Tu sei qui

Moto3, Il team di Biaggi al via: ridò qualcosa al motociclismo

Parte dalla Val Gardena l'avventura nel CIV di Max con le Mahindra guidate da Del Bianco e Baldini

Il team di Biaggi al via: ridò qualcosa al motociclismo

La nuova vita del Corsaro Biaggi inizia al timone del suo team tra le montagne della Val Gardena. Se nel mattino sono stati i campioni dello sci a portare la velocità sulle vette del Trentino, al calar del sole il testimone sono passati ai motori. Quelli delle Mahindra del Max Racing Team, la nuova avventura in cui si è imbarcato il 6 volte campione del mondo.

Le moto fanno bella mostra di sé nel giardino dell’hotel Montchalet (uno degli sponsor della squadra) a Ortisei e non sfigurano immerse nel panorama montano. Grigie e arancio, con una spruzzata di nero, sulla carena hanno il main sponsor Sterilgarda. A fare da “madrina” all’evento c’è Teo Teocoli, vecchio amico di Max e grande appassionato di moto. E’ lui a introdurre Biaggi nel nuovo ruolo di team owner e i due piloti che affronteranno il CIV: Alessandro del Bianco e Davide Baldini. Il primo ha 19 anni, il secondo solo 13 e stanno vivendo l’inizio del loro sogno.

“Con questa scelta di fare un team, è come se ridessi indietro al mondo delle moto un po’ di quello che mi ha dato in vent’anni di carriera - ha preso la parola Max - Mi sono messo dietro alle quinte, è un ruolo diverso. Una cosa è fare parte di un team di primo livello, un altro crearlo dal nulla e trovare budget per non lasciare nulla al caso. Sono emozionato, è la mia prima volta”.

La partenza però è in grande stile, con un partner importante come Mahindra e una squadra che vanta tecnici che hanno già lavorato con Biaggi in passato.
 
Devo ringraziare Mahindra che mi ha convinto a intraprendere questo progetto, per 2017 sarò anche loro ambasciatore e lavoreremo a stretto contatto - continua il romano - Partiamo dal CIV e da due giovanissime speranze, sarà un work in progress. il segreto l’ho imparato all’inizio della mia carriera: è quello di stare sempre in sella e così faranno i miei piloti.  Ora c’è la pausa invernale, ma il 22 febbraio saremo già a Jerez per un test, investiremo molto nelle prove”.

I due giovanissimi piloti non vedono l’ora.

“Questo progetto è una bomba e anche la moto: oggi l’ho vista per la prima volta e me ne sono innamorato - sorride Alessandro - Avevo altre offerte, ma appena mi ha contattato Max gli ho detto di sì. Spero che mi possa dare una mano per arrivare al Mondiale, io invece ci metterò il polso!.

Anche Davide è entusiasta: “posso solo dire che sono contentissimo, mi piace tutto di questa squadra”.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti