Tu sei qui

MotoGP, Valentino Rossi al Monza Rally Show: vent'anni di traverso

FOTOSTORY Dal debutto WRC sulla Ford Escort fino alla Fiesta contro Capello, McRae, Loeb, Sordo, Kubica e Neuville

Valentino Rossi al Monza Rally Show: vent'anni di traverso

Tutto ebbe inizio nel 1998, quando un giovanissimo Valentino Rossi si presentò all’Autodromo di Monza per sostenere l’esame CSAI di abilitazione. È in quel momento che prese il via l’avventura del Dottore alla kermesse brianzola sulle WRC, con la prima partecipazione al volante di una Ford Escort, con Franco Cunico alle note. L'anno prima ci fu un primo contatto sulla Renault Maxi con Piero Longhi al fianco in qualità di tutor. Il pesarese sfidava nel '98 Jean Alesi e un certo Loris Capirossi, ma alla fine fu costretto a ritirarsi in gara.

2003-2004 ROSSI INAUGURA IL BIENNIO TOYOTA

L’esperienza piacque comunque al Dottore che decise di tornare un anno dopo al volante della Subaru WRC, concludendo ottavo. Nel 2001-2002 il rally non venne disputato, si salta quindi al 2003, quando il nove volte iridato apre il biennio Toyota, scendendo in pista con una Corolla gialla, mentre l’anno seguente rossa fiammante. La vittoria mancò di pochi secondi, perché a trionfare fu Alessandro Battaglin prima e poi Dindo Capello.

2005: IL DOTTORE RITORNA CON SUBARU

Il pilota piemontese riuscì ad avere la meglio sul 46 anche nel 2005, quando Valentino prese parte alla gara con la Subaru WRC della scuderia ufficiale Prodrive. In pista anche una leggenda delle quattro ruote, ovvero Colin McRae.  La settimana prima fu  protagonista in Nuova Zelanda, in occasione della tappa Mondiale del WRC, sempre al volante di una Subaru,ma questa volta con la colorazione totalmente nera.

2006-2007: ROSSI DEBUTTA CON FORD E FA DOPPIETTA

In quegli anni Rossi stava affilando le armi per arrivare a ottenere la prima storica affermazione a Monza. Ci riesce nel 2006 con la Ford Focus WRC, precedendo Dindo Capello. The Doctor ottiene quindi la rivincita contro uno degli avversari più temibili di sempre nel tempio della velocità.

Valentino concede addirittura il bis nel 2007, trionfando nuovamente su Ford Focus WRC davanti a Piero Longhi, due volte campione italiano rally e ora impegnato nella Formula 2 Italian Trophy.

Per il pesarese la strada sembra essere tutta in discesa, ma un anno dopo ci pensò Dindo Capello a rovinare la festa al numero 46. Le provò tutte il Dottore, ma non ci fu nulla da fare di fronte allo strapotere del plurivincitore della 24 Ore di Le Mans.

Stesso discorso anche nel 2009, quando Rossi dovette accontentarsi del secondo gradino del podio, ancora una volta alle spalle di Dindo Capello. Il pilota piemontese dimostrò la sua superiorità questa volta al volante della Citroen C4.

2011: SULLA STRADA DI ROSSI C'E' LOEB

Nel 2010 niente Monza Rally Show per Rossi, a causa dell’operazione alla spalla. Torna un anno dopo con la Ford Fiesta M-Sport, dove sulla sua strada trova l’avversario più tosto di sempre, ovvero Sebastien Loeb. Il pilota francese non ha rivali, per Valentino non resta che consolarsi con la seconda piazza.

2012: IL RITORNO ALLA VITTORIA

L’appuntamento con la  vittoria è rimandato però al 2012, dopo un testa a testa entusiasmante con Dindo Capello. Al traguardo li separano soli 2”8.

Nell’edizione 2013 Rossi deve invece fare i conti con Dani Sordo e la sua Citroen DS3. Lo spagnolo non lascia nulla al caso, rovinando la festa al 46, secondo alle sue spalle.

Un anno dopo è invece Robert Kubica a mandare in fumo le ambizione del pesarese. The Doctor, dopo aver preso il comando della gara nella giornata di sabato, resta in vetta fino all’ultima speciale. Poi pasticcia, lasciando strada aperta al polacco.

2015: IL 46 FIRMA IL POKER

Lo scorso anno torna invece sul gradino più alto del podio con la Ford Fiesta, centrando la quarta vittoria nella kermesse brianzola davanti a Thierry Neuville. Ora insegue la manita per diventare il più titolato di sempre insieme a Dindo Capello.   

 

MONZA RALLY SHOW: I RISULTATI DI VALENTINO ROSSI DAL 1998 A OGGI

1998: RITIRATO;

1999: 8°

2000: RITIRATO

2001-2002 NON DISPUTATO

2003: 7°

2004: 3°

2005: 2°

2006: 1° 

2007: 1°

2008: 2°

2009: 2°

2010: ASSENTE

2011: 2°

2012: 1°

2013: 2°

2014: 2°

2015: 1°

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti