Tu sei qui

Yamaha, T-MAX 2017: il Re si fa in tre

Al rinnovato my17 si aggiungono due versioni: SX e DX, diversi per colori, i pacchetti D-Mode ed il Cruise Control (per il solo DX)

Yamaha, T-MAX 2017: il Re si fa in tre

Presentato del 2001, dopo oltre 15 anni di leadership nel mercato dei maxi scooter,e ben 233.000 pezzi veduti in Europa, lo Yamaha T-Max si presenta per la prossima stagione in ben tre versioni: di fianco al nuovo T-Max si aggiungono ora le versioni SX e DX che si differenziano per veste grafica e componentistica elettronica degne delle migliori moto da sportive e da tursimo.

T-MAX - Pur ricalcando i dettami stilistici del precedente modello, per il 2017 il nuovo T-Max vede un rinnovamento completo della sua siluoette riconoscibile soprattutto dal nuovo frontale, che ripropone quanto già visto con X-Max 300 e il posteriore, con i nuovi stop sdoppiati in luogo del singolo elemento a LED. Guardando più in generale si nota una linea più sinuosa e morbida rispetto ai tratti taglienti del passato recente, con i nuovi fari di posizione laterali di maggiore dimensioni e che ora seguono in modo più intimo le linee dalla carena. A livello funzionale troviamo un nuovo e più capiente vano sottosella capace di ospitare due demi jet.  

ARRIVA IL TC- Sul fronte meccanico, ritroviamo il medesimo motore da 530cc che però adesso si avvale della indispensabile omologazione Euro 4. In termini di sicurezza arriva un Traction Control (TCS) - riduce la potenza del motore in caso di slittamento- che lavora in accoppiata al sistema Y-CCT (Yamaha Chip Controlled Throttle ) con centralina ECU 32 Bit. Rivisto anche il telaio in alluminio per una migliore centralizzazione delle masse, ed il forcellone che vede 40mm in più di lunghezza per una maggiore stabilità sullo sconnesso. In quest'ottica è stato adeguato anche il link di collegamento del mono. Il lavoro complessivo dei tecnici Yamaha ha portato ad una riduzione del peso complessivo di 9 kg. Resta invariato il diametro delle ruote da 15", con penumatici 120/70 all'anteriore e 160/60 al posteriore, con quest'ultimo però dal canale ora di 4.5" per ridurre le masse non sospese.

Nuova anche la strumentazione, con elementi circolari analogici e pannello TFT centrale, così come è nuovo il sistema di predisposizione per il D-AIR safety system, disponibile in optional.

DX ED SX: D-Mode e Cruise Control- Sono le due anime del nuovo T- Max. Entrambe condividono le novità della versione "base" con l'aggiunta di nuove features, oltre che diverse nelle colorazioni: per entrambi abbiamo i D-Mode con tre mappe selzionabili a seconda dell'utilizzo urbano (due) o per la guida più sportiva. Inoltre c'è la possibilità tramite smartphone di accedere ad una serie di funzioni garantita della app My TMax Connect. Sulla versione DX, la più accessoriata, troviamo un comodo cruise control inseribile a velocità speriore ai 50Km/h ed incrementabile in step da 2Km/h. Presenti inoltre un parabrezza regolabile elettricamente e sella e manopole riscaldabili.  Sempre sulla DX infine il mono posteriore è regolabile.

 

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti