Tu sei qui

MotoGP, Qualifiche pazze: Marquez in pole, Lorenzo 12°, Rossi 15°

Il balletto di gomme con cambi da rain a intermedie a slick spiazza le Yamaha, 6° Petrucci, 9° Dovizioso

Qualifiche pazze: Marquez in pole, Lorenzo 12°, Rossi 15°

Gomme, pioggia, asciutto, condizioni miste. Le qualifiche di Phillip Island sono una vera e propria roulette, aperte a qualsiasi risultato. Ecco allora le sorprese iniziare già dalla Q1, dove Valentino Rossi e Maverick Vinales vengono esclusi a sorpresa dalla Q2. Mentre Cal Crutchlow dimostra di avere un passo superiore con la gomma da bagnato, il Dottore fatica invece con l’intermedia, incassando quasi tre secondi a fine sessione. Dovrà quindi partire dalla 15^ casella. Peggio fece soltanto nel 2011 ad Aragon, quando scattò dalla 17^ posizione.

Al turno successivo accede invece Jorge Lorenzo. Per lui sarà una qualifica nera, tanto da rimediare il dodicesimo crono con oltre sei secondi dalla vetta. Con la pista praticamente asciutta, le Michelin tradiscono il maiorchino non riuscendo ad entrare in temperatura e negandogli la giusta confidenza.

Chi vola è invece Marc Marquez, autore di una pole senza rivali grazie al crono di 1’30”189: “Era molto complicata la scelta dello pneumatico –ha affermato il 93 – penso di aver preso la decisione migliore, dato che avevo grande fiducia”. Al suo fianco un super Cal Crutchlow nonostante i quasi otto decimi di margine (+0.792) dallo spagnolo, mentre chiude la prima fila un sorprendente Pol Espargarò (+0.918).

L’alfiere Tech3 precede il fratello Aleix (+1.484), il migliore questa volta in casa Suzuki, a cui bastano 81 millesimi per svettare sull'idolo locale Jack Miller. A tenere alta la nostra bandiera è invece Danilo Petrucci. Il portacolori Pramac firma il sesto crono (+2.231), seguito da Nicky Hayden e Stefan Bradl, mentre nona la Ducati di Andrea Dovizioso (+2.901). Dalla quarta fila l’altra GP16 di Hector Barbera.     

 

 

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti