Moto3, Test Aragon: Mahindra in pista con nuovo motore e forcellone

Riposo precauzionale per Bulega, lavoro sul nuovo telaio Kalex per Luthi e Nakagami

Share


L’attività in pista non si è fermata. Lunedì di lavoro per alcuni team di Moto2 e Moto3 sul tracciato di Aragon, impegnati già in ottica 2017. C’era il fresco vincitore del titolo nella minima cilindrata, Brad Binder, in sella a KTM, in attesa di provare la nuova moto del prossimo anno.

Al lavoro anche lo Sky Racing TeamVR46, che ha visto l’assenza di Nicolo Bulega dopo l’infortunio in gara la domenica. Nulla di grave per lui, soltanto un po’ di riposo prima del trittico di ottobre. Ci hanno allora pensato Dalla Porta e Migno a proseguire lo sviluppo sulla ciclista, al termine di una giornata dove i due hanno percorso circa 60 giri.

Tra i presenti all’appello Mahindra, reduce dai 100 GP disputati due settimane fa a Misano. Bagnaia ha avuto modo di utilizzare il nuovo motore così come il forcellone, mai sperimentato prima. In casa Ongetta ci si è invece concentrati sul risolvere alcuni problemi riguardanti la velocità che accusati domenica in gara.

Per quanto riguarda la classe intermedia, Tom Luthi e Takaaki Nakagami hanno invece testato il nuovo telaio Kalex per il 2017, più due forcelloni. Tra i piloti in pista anche Alex Marquez e Franco Morbidelli, entrambi sul podio di Aragon. Il laziale ha lavorato sulle sospensioni Ohlins, dal momento che il nuovo telaio l’aveva già utilizzato nei testi di Valencia. Lo step del capitolino è quello di essere più competitivo in qualifica nelle prossime gare.

Share

Articoli che potrebbero interessarti