Tu sei qui

Hayden: bello tornare in MotoGP, ma la SBK è la mia casa

"Non c'è niente come guidare un prototipo, è più difficile e solo quando ti avvicini al limite arriva il divertimento"

Hayden: bello tornare in MotoGP, ma la SBK è la mia casa

Non c’è dubbio, Nicky Hayden ha ricevuto un’ottima accoglienza ad Aragon da parte dei suo ex colleghi e rivali. Segno che il ragazzo del Kentucky ha lasciato un buon ricordo nel paddock. Questo fine settimana guiderà la Honda orfana di Miller, prima di riprendere la sua avventura in SBK.

Non mi piace tornare per sostituire un pilota infortunato, specialmente un amico come Jack, ma è bello avere questa opportunità - dice l’americano - Non si tratta però di un ritorno, sia chiaro. Ora la mia casa è la SBK, il mio futuro è lì”.

Come ti senti?
“Sono molto entusiasta ma anche curioso. La SBK mi piace, ma non c’è nulla come guidare una MotoGP. Spero di riuscire ad avere buone sensazioni e riuscire a spingere forte, il divertimento arriva quando ti avvicini al limite”.

Hai seguito le gare quest’anno?
E’ un grande campionato, penso che la MotoGP sia in un bel momento. Quest’anno è incredibile, chi avrebbe mai pensato a così tanti vincitori diversi. Rossi continua a essere la star dello show e ci sono delle facce nuove. Le gare sono entusiasmanti e i cambiamenti all’elettronica hanno fatto una grande differenza. Non penso che sia diventato tutto più facile, rimane una categoria dura, ma da tifoso mi piace”.

Hai dei rimpianti per non essere rimasto in MotoGP?
No, ho trovato una bella casa in SBK, una buona opportunità. Ho avuto le mie occasioni in MotoGP, ci sono rimasto per 13 anni”.

Guidare una SBK è molto diverso?
Non ci sono dubbi, non voglio mentire, La SBK è più facile. I rettilinei sono molto più lunghi su una SBK, credetemi! Anche le piste sembrano più grandi”.

Sarà difficile riabituarsi?
Mi sento in forma e per fortuna Aragon non è una pista tortuosa come Laguna Seca o Jerez, è abbastanza scorrevole”.

Le Michelin le conosci dal passato…
“Le ho usate per cinque anni, dal 2003 al 2008, ma sembra che siano cambiate molto. Finché non le proverò non potrò dire molto, mi sembrano le stesse, sono nere (ride). In passato le Michelin mi sono sempre piaciute”.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti