MotoGP, In Austria Marquez mette nel mirino Doohan

Un solo successo separa lo spagnolo dall'australiano, per Dovizioso 250° Gran Premio in carriera

Share


Abbiamo dovuto aspettare quasi quattro settimane, ma i motori sono pronti a riaccendersi. Riparte del Red Bull Ring il Motomondiale, che nel weekend ospiterà la prima gara dopo la pausa estiva. Si ritorna in Austria, a distanza di ben 19 anni, l’ultima volta fu il 1997, quando Mick Doohan trionfò nella 500. Nella 125 ci pensò invece Ueda a precedere un certo Valentino Rossi, unico pilota ancora in pista ad oggi.

I riflettori saranno senza dubbio puntati su Marc Marquez e la Honda, che arrivano alla gara forti del successo ottenuto al Sachsenring, grazie ad un misto di astuzia, intelligenza e velocità. L’alfiere Honda, che al Sachsenring ha ottenuto il 53° trionfo in carriera non vuole sbagliare, perché a una sola distanza c’è Mick Doohan. Ventisette successi fino ad oggi in classe regina per il 93, uno in meno rispetto al compagno Daniel Pedrosa.

Il Red Bull Ring rappresenta una delle novità di questa stagione. Nei recenti test le Ducati hanno messo in mostra il potenziale della GP16, candidandosi tra le favorite per la vittoria. Per Andrea Dovizioso questo sarà il 250° GP in carriera, quale occasione migliore per festeggiarlo sul podio? E magari sul gradino più alto?

Vietato poi scordarsi di Yamaha, reduce da due gare da dimenticare, tanto da lasciare strada aperta a Marquez verso il titolo. Rossi e Lorenzo sanno bene che adesso gli errori non sono più ammessi. L’obiettivo è senza dubbio il podio dopo le delusioni di Assen e Sachsenring. Erano ben nove anni che la Casa del Diapason non vedeva nelle prime tre posizione un proprio pilota.

La sua vittoria al Sachsenring è stata anche la 27esima in carriera. Una sola in meno del suo compagno di squadra, Dani Pedrosa.

Share

Articoli che potrebbero interessarti