Tu sei qui

MotoGP, Vinales: non al 100%, poco grip al posteriore

Aleix Espargarò entusiasta per il quinto posto a Jerez: "ci stiamo avvicinando ai top rider"

Vinales: non al 100%, poco grip al posteriore

Share


Lo si era capito fin dal venerdì che non sarebbe stato il suo Gran Premio. Un weekend tutto in salita quello di Maverick Vinales davanti al proprio pubblico. Lo spagnolo manca ancora quell’appuntamento col podio, tanto da essere costretto ad accontentarsi del sesto posto, addirittura alle spalle del compagno Espargarò.

Eppure lui guarda il bicchiere mezzo pieno.

“Come risultato non è male, purtroppo abbiamo sofferto a lungo con il grip al posteriore e quello è stato l’aspetto negativo con cui mi sono dovuto confrontare. Senza quell’inconveniente potevamo ambire a un migliore risultato”.

A che punto siete?

Stiamo cercando di sviluppare la moto, anche se non siamo al 100% del nostro potenziale. Ci manca qualcosa per quanto riguarda il set-up così come il feeling con le gomme. Siamo consapevoli di esserci avvicinati ai primi, ma dispiace manchi ancora qualcosa”.

Domani sarete nuovamente in pista.

“Cercheremo di sfruttare la giornata di test per migliorare il setup, così come il grip, in particolare per quanto riguarda aderenza col posteriore”.

Meglio è andata al compagno Aleix Espargarò, autore del quinto posto alle spalle di Pedrosa. Una prestazione che sottolinea i passi avanti dimostrati dallo spagnolo nelle ultime uscite.

Sono felice, perché siamo in crescita già dalla FP1 dell’Argentina. Anche ad Austin abbiamo compiuto uno step di crescita, consapevoli di avvicinarci ai migliori. Purtroppo a Jerez ho sofferto la gomma morbida in qualifica, ma con la dura ho avuto importanti indicazioni in vista delle gara”.

Hai pensato di raggiungere Pedrosa?

Sono partito all’attacco nei primi giri perché mi sentivo forte, guadagnando alcune posizioni. Avrei voluto raggiungere Pedrosa, però lui aveva un passo molto più veloce rispetto al mio. È comunque un risultato importante, dal momento che ci stiamo avvicinando ai primi e continuiamo a fare progressi, soprattutto per quanto riguarda il feeling con la moto.

Domani ci saranno i test.

Sarà una giornata utile per lavorare sul posteriore, potendo fare affidamento su diverse soluzioni. Al momento questo rappresenta la priorità. Personalmente sono fiducioso, perché la squadra sta dimostrando grande impegno e i migliori non sono così lontani”.      

 

Share

Articoli che potrebbero interessarti