Tu sei qui

Ecco come respirano le M1 di Rossi e Lorenzo

VIDEO. I filtri dell'aria BMC sulle Yamaha ufficiali, azienda nata in Formula 1 e arrivata in MotoGP

Iscriviti al nostro canale YouTube

Ci sono tanti particolari che rendono competitiva una MotoGP, alcuni apparentemente di poco conto e nascosti agli occhi dei più. Come i filtri dell’aria, un componente celato, a cui pochi fanno attenzione. Eppure è lui che consente al motore di ‘respirare’ bene, come uno sportivo che deve riempirsi i polmoni prima dello scatto decisivo.

Le Yamaha di Rossi e Lorenzo usano filtri dell’aria di BMC, un’azienda fondata nel 1995 da Gaetano Bergami. I primi passi furono con le Formula 1, poi arrivarono le moto.

“Ora abbiamo sedi in Italia, Germania, Cina e India - spiega il fondatore -  In MotoGP collaboriamo del 2005 con Yamaha, con cui abbiamo 6 titoli mondiali”,  a cui si aggiungono i 4 in SBK, i 21 Formula 1 e le 14 vittorie alla 24 Ore di Le Mans.

Qual è il segreto? Bergami ne svela uno: “il cotone oleato che usiamo, intrappola le particelle a partire da 7 micron, garantendo al motore il massimo dell’aspirazione pur filtrando le particelle più piccole”.

GUARDA IL VIDEO

 

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti