MotoGP, WUP: Marquez batte tutti, 2° Viñales

Terzo e quarto Lorenzo e Rossi, poi Dovizioso e Iannone (con la velocità record di 351,2 km/h)

Share


Il warm up al tramonto in Qatar è servito a molti piloti della MotoGP per cercare di chiarirsi i dubbi su quale gomma posteriore usare in gara. Sia la più dura che la più morbida sembrano reggere la distanza e hanno prestazioni molto simili ma comportamenti diversi.

La scelta è resa più difficile dal fatto di non avere dati sulle Michelin, essendo il primo GP con il nuovo fornitore. Per questo, tutti hanno cercato di fare il maggior numero di giri possibile senza fermarsi ai box.

Al termine dei 20 minuti cronometrati, la soddisfazione di essere il più veloce  l’ha avuta Marc Marquez. Lo spagnolo della Honda ha fatto il miglior giro in 1’55”400, ma sono stati 6 i piloti a scendere sotto il 1’56. A incominciare da Maverick Vinales, non più uno sorpresa, a 0”227.

Al terzo e quarto posto ci sono le due Yamaha, con Lorenzo davanti a Rossi. I due piloti hanno girato praticamente con lo stesso tempo, solo 3 millesimi li dividono. Dietro di loro, la coppia Ducati con Dovizioso e Iannone nell’ordine, entrambi sotto i 4 decimi di ritardo.

il pilota di Vasto è passato sul rettilineo con una velocità record: 351,2 km/h. Le Ducati in questa classifica occupano i primi 4 posti, Rossi, che è 5°, paga quasi 10 km/h da Andrea.

Continuando con la classifica, a 0”630 da Marquez c’è Crutchlow, 3 millesimi più indietro Redding, mentre a 0”856 c’è Pol Esparagrò. Ultimo della top ten Bradley Smith, il cui ritardo però supera il secondo. Il pilota Tech3 precede un Pedrosa in difficoltà, Barbera, Aleix Epsargarò e Baz.

Da segnalare una caduta per Yonny Hernandez (15°) all’ultima curva. Le Aprilia sono 18° e 19° con Bautista e Bradl, davanti a Rabat.

I TEMPI



Share

Articoli che potrebbero interessarti