Tu sei qui

Honda NC750X: obiettivo praticità

TECNICA - La crossover di Tokyo si affina nel look e migliora le sue doti tecniche e dinamiche

Iscriviti al nostro canale YouTube

Lanciata nel 2012 con cilindrata di 700cc ed evoluta nel 2014 con l’aumento a 750cc, la Honda NC750X ha saputo ritagliarsi grande popolarità in tutta Europa (70.000 unità vendute), soprattutto in Italia. Merito del suo apprezzamento va dato senza dubbio alle grandi doti di mezzo versatile ed eclettico che ne fanno una scelta comoda, facile da gestire e, non ultimo, dai consumi decisamente allettanti.

Per il 2016 i tecnici di Casa Honda hanno optato per modifiche mirate, senza grossi stravolgimenti, al fine di ottenere un mezzo nel suo complesso più accattivante esteticamente, oltre che più evoluto in termini di comfort e praticità globale.

SCELTE CHE CONVINCONO - Dopo 4 anni di presenza sul mercato, sulla base dei tanti feedback raccolti dai clienti europei, i tecnici Honda hanno quindi puntato la loro attenzione su quei dettagli che potevano rappresentare i punti a sfavore del vecchio modello, valorizzando nel contempo gli elementi di moto "user-friendly" che hanno determinato l'apprezzamento per questa crossover.

Ecco quindi che, oltre ad un lavoro di cesello sul look che dona alla NC750X una linea più fresca e moderna, troviamo il parabrezza ora più alto e protettivo ed un vano portacasco anteriore che si presenta più spazioso (22 l la capacità) ed offre un comodo riparo per casco integrale e guanti. I gruppi ottici sono a LED e la nuova e la moderna strumentazione a retroilluminazione negativa vanta intelligenti opzioni di personalizzazione, come la colorazione cangiante e seconda della marcia inserita, della modalità di utilizzo del cambio DCT ed i giri del motore. Il cambio Dual clutch è stato ulteriormente perfezionato con una risposta ancora più dolce delle frizioni  nelle situazioni in cui è più frequente l’apri/chiudi, soprattutto alle basse velocità, in modo da migliorare la fluidità di guida.

ARRIVA LA "SPORT" SU 3 LIVELLI - Una delle modifche più interessanti riguarda la modalità S (Sport). Ora è articolata su tre livelli ed è dotata di memoria della selezione. Il livello intermedio (Livello 2) in pratica è la "vecchia" Sport, ma ora viene implementata dal Livello 1 più conservativo in termini di erogazione ed al Livello 3 che, come ovvio immaginare, corrisponda ad un maggiore brio del motore. Inoltre, in modalità MT (Manuale) è stata introdotta la possibilità di scalare a un regime di giri più alto, per assecondare anche chi ama un freno motore particolarmente aggressivo. Per chi sceglie invece la tradizionale versione con cambio manuale a 6 rapporti, l’azionamento della frizione è ora garantito più leggero.

Ricvisto il comparto sospensioni, con la nuova forcella da 41mm Showa con sistema ‘Dual Bending Valve’ che la rendono ora più afficente e lineare nell'azione, ed un mono posteriore con registro del precarico molla. Il silenziatore, infine, nonostante l'aggiornamento alla normativa Euro 4, risulta più snello e filante ed indubbiamente più gratificante alla vista rispetto al precedente modello, oltre che più leggero di 0,5kg.

Altro affinamento che troviamo sulla NC750X 2016 in versione DCT è al cambio a doppia frizione che ora si avvale dell’Adaptive Clutch Capability Control, unai gestione delle due frizioni che, negli apri-chiudi con il comando del gas, riduce la quantità di coppia trasmessa alla ruota per rendere più fluida la guida a bassa velocità. Inoltre, dopo l’avviamento, anche a motore freddo, è più veloce il tempo di operatività del tasto di inserimento marcia N-D.

Tra le nuove caratteristiche da segnalare la  presenza di un sensore di pendenza che, nelle modalità automatiche, permette al motore di sfruttare al meglio ogni singola marcia mantenendo inserito il rapporto più adeguato in caso di marcia in salita o discesa.

DESIGN GLOBALE AZZECCATO - Il frontale si presenta d'aspetto se vogliamo più audace ed accattivante, grazie al nuovo gruppo ottico a LED incorniciato dalle luci di posizione. Il parabrezza è più alto di 70 mm, con una feritoia apposta al centro per regolarizzare la pressione del vento ed eliminare le turbolenze. I fianchetti della carena sono stati irrobustiti e al tempo stesso ridotti nell’estensione dando vita a linee tese e muscolose. L’ampia sella più rifinita, lo sfaccettato codino e l’affusolata luce posteriore a LED con lente “bianca” contribuiscono al nuovo look.

TELAIO E MOTORE - L'unità bicilindrica parallela fronte marcia a ‘corsa  lunga’ (maggior coppia a scapito della potenza massima) ora guadagna l’omologazione Euro4 (CO2 pari a 81g/km), ottenuta anche grazie ad un catalizzatore a doppio strato. Resta invariato nei valori di potenza e coppia: 55 CV a 6.250  giri/min per 68 Nm a 4.750  giri/min sono i picchi che Honda dichiara per il suo "twin" da 745cc dal consumo dichiarato di 28,6 Km/l (ciclo WMTC) per un'autonomia massima di 400 km. Le  misure geometriche fondamentali prevedono l'inclinazione del cannotto di sterzo impostata su 27°, un’avancorsa di 110 mm e un interasse di 1.535 mm, con una equilibrata distribuzione dei pesi (220 kg con il pieno di benzina, 230 kg per la versione DCT) anteriore/posteriore del 48/52%. La sella è ad una altezza di 830 mm.

COLORI E DISPONIBILITA' - La nuova NC750X YM2016 è disponibile nelle concessionarie a 7.390 Euro f.c., che diventano 8.390 Euro per la versione DCT con cambio a doppia frizione. Sono 5 le colorazioni: Matt Pearl Glare White, Candy Arcadian, Red Sword Silver Metallic, Matt Gunpowder Metallic e Glint Wave Blue Metallic .

La nostra analisi termina qui, presto vi diremo come va una volta in sella la nuova NC750X my2016!

GUARDA IL VIDEO


 

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti