Tu sei qui

MotoGP, Phillip Island: il meteo pazzo rovina i test

TEMPI ALLE 15.30. Solo 10 piloti in pista, sole e pioggia rendono difficile il lavoro

Phillip Island: il meteo pazzo rovina i test

Il meteo ha deciso di fare i capricci a Phillip Island e a farne le spese sono i piloti della MotoGP, impegnati nel primo dei tre giorni di test. Le condizioni sono imprevedibili e in pochi minuti si passa dal sole, alla pioggia leggera passando per scrosci più violenti.

Con un tempo del genere i piloti non riescono a programmare le uscite, neanche con le gomme da bagnato. Esemplare il caso di Iannone, uscito dai box nel primo pomeriggio con il sole e rientrato subito perché, in meno di un giro, ha trovato la pista bagnata.

Nella mattinata, i più fortunati sono riusciti a inanellare qualche giro con le rain. Come Marc Marquez, autore del miglior crono in 1’35”354, davanti a Cal Crutchlow che paga un ritardo di 3”814. Logicamente, date le condizioni, i riferimenti non possono essere realistici, anche perché i piloti hanno girato in momenti differenti.

E’ però interessante notare come (ad esclusione di Ducati) tutti i piloti dei team ufficiali hanno provato con il bagnato per conoscere le nuove Michelin. Come ha fatto Jorge Lorenzo, in terza posizione davanti a Pedrosa e Maverick Vinales. Scorrendo la classifica, hanno fatto il loro ingresso in pista anche Bradley Smith e Scott Redding, come anche Valentino Rossi. Chiudono la classifica Pol Espargarò e Tito Rabat: in tutto sono 10 i piloti ad avere provato quando mancano poco più di due ore alla fine della giornata.

Come annunciato, a Phillip Island manca l’Aprilia, che sarà impegnata in Qatar dal 21 al 23 di febbraio con Bautista e Bradl sulla nuova moto.

I TEMPI ALLE 15.30


Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti