Tu sei qui

ESCLUSIVO: La foto della nuova Aprilia MotoGP

Oggi si conclude lo shakedown ad Aragon. Albesiano: "grande emozione, tutto funziona bene"

ESCLUSIVO: La foto della nuova Aprilia MotoGP

La nuova RS-GP è scesa in pista per la prima volta ieri ad Aragon e possiamo farvela vedere in esclusiva. Ancora nella livrea nera, si nota subito una maggiore compattezza delle dimensioni rispetto al passato. Del resto la moto è tutta nuova e non ha niente a che vedere con il precedente progetto di derivazione SBK.

Il motore è sempre un 4 cilindri a V stretta (con albero controrotante), ma completamente riprogettato e miniaturizzato, per incastonarlo in un classico telaio in alluminio. La presa dell’airbox sul cupolino (non visibile nella foto) è unica e posta in posizione centrale.

Da questa immagine è possibile anche notare uno scarico sotto il codone, mentre il secondo spunta dal lato destro della moto. Il serbatoio rimane sotto la sella, come ormai consuetudine in MotoGP.

Quello di Aragon stato un debutto importante, utile per verificare che tutto funzionasse correttamente anche se il motore aveva già dato buoni riscontri sia per quanto riguardava l’affidabilità che la potenza al banco. Solo un piccolo contrattempo ha segnato la giornata di ieri, ma ha riguardato il pilota e non la moto. Di Meglio, a fine giornata, è infatti scivolato all’ultima curva riportando un infortunio al gomito. Analisi all’ospedale ne verificheranno la gravità.

Il lavoro però non si è fermato, perché il prototipo della MotoGP è stata affidata ai collaudatori della Superstock presenti ad Aragon e si proseguirà fino a sera, dopo di che le moto partiranno per il Qatar.

“Prima di tutto è una bella soddisfazione vedere la moto in pista dopo tanto lavoro - commenta soddisfatto il Responsabile Aprilia Racing Romano Albesiano - Non dobbiamo dimenticare che è la prima vera MotoGP totalmente costruita da Aprilia, in ogni suo particolare. I primi riscontri di questo shakedown sono stati positivi e  tutto ha funzionato bene. Logicamente non stiamo ancora spingendo in pista perché l'obiettivo principare era verificare il funzionamento della moto, e sono soddisfatto. Mi dispiace tanto per la scivolata di Mike, spero che non sia un infortunio grave. Ora si susseguiranno altre tappe fondamentali nel nostro cammino, la prima sarà a Losail dal 21 al 23 febbraio dove i nostri piloti ufficiali Bautista e Bradl proveranno la moto.

Sarà interessante sentire le loro opinioni ma anche poterla sentire e vedere in pista. L’appetito vien mangiando…

Photo copyrights GPOne.com

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti