Tu sei qui

MotoGP, Ciabatti: offerta a Lorenzo? no, ma ci interessa

VIDEO Ducati smentisce il 'contatto' ma conferma l'interesse per Jorge e Marc Marquez

Iscriviti al nostro canale YouTube

E' iniziato o no il mercato piloti?

La domanda non è peregrina perché con tutti i top rider con il contratto in scadenza è facile immaginare che qualche trattativa sia già partita, magari in gran segreto.

Un segreto di Pulcinella, comunque, visto che delle tre case al top, Yamaha, Honda e Ducati, è proprio quella italiana al momento la più interessata a rafforzarsi.

Non che la coppia di Andrea, Iannone e Dovizioso, non sia finora stata all'altezza: nel 2015 la Ducati ha conquistato otto podi,  quattro secondi posti e quattro terzi con un inizio di stagione entusiasmante.

Il Dovi infatti dopo aver mancato per un soffio la vittoria in Qatar contro Valentino Rossi, ha trascinato comunque sul podio di Losail Iannone. Un inizio folgorante per la GP15 che però, purtroppo, non si è tradotto nel successo più atteso

"In realtà è buffo che si cominci a parlare di mercato subito dopo il primo test della stagione - ha confessato Paolo Ciabatti, incontrato in occasione della presentazione del team Aruba.it-Ducati - questo però è un anno particolare con tutti i top rider in scadenza inclusi i nostri. Yamaha e Honda stanno cercando di confermare i loro. Ed è chiaro che anche noi, pur contenti dei due Andrea, dovremmo decidere la nostra strategia. Per il momento però devo smentire quello che è stato scritto: non abbiamo fatto alcuna offerta a Lorenzo".

E' indubbio però come il campione del mondo della MotoGP non possa non essere preso in considerazione. Anche perché lui stesso ha ammesso l'ottimo rapporto con Dall'Igna.

"Jorge Lorenzo ci piace molto e ve lo ha confermato anche lo stesso Gigi Dall'Igna nella GPOnecar. Ci piace anche Marc Marquez che ha vinto due mondiali all'esordio ma non ci siamo ancora mossi, stiamo ancora tutta una serie di valutazioni. Abbiamo obiettivi importanti per il futuro: la GP16 ha esordito in Malesia e siamo in attesa della risposta dei prossimi test, in Australia ed in Qatar. E' ovvio che dovremo decidere presto, ma il presto è diciamo, entro il GP di Jerez".

I talenti non sono però solo in MotoGP...

"Noi però stiamo guardando in MotoGP, soprattutto per il team ufficiale 2017. Non dimentichiamo infatti che abbiamo due piloti giovani e molto veloci, Danilo Petrucci e Scott Redding con le GP 15. Nel tam Pramac potranno dimostrare il loro talento".

Non vorremmo aver male interpretato, ma l'impressione è che quantomeno uno dei due Andrea non rientri più nei vostri piani.

"Non è assolutamente così. Stiamo lavorando con Dovi e Iannone perché entrambi hanno un grande potenziale e avranno una moto molto valida nel 2015. Sono entrambi strettamente veloci e non dobbiamo dimenticare l'inizio di stagione di Dovizioso. Non è una risposta politica, non stiamo mentendo, ma dobbiamo essere sicuri delle prossime mosse".

GUARDA IL VIDEO


 

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti