Tu sei qui

MotoGP, Dall'Igna: ho fiducia nella Desmosedici GP

"A Phillip Island scenderemo nei dettagli, le gomme Michelin la novità più grande"

Dall'Igna: ho fiducia nella Desmosedici GP

I test di Sepang hanno segnato il debutto della Desmosedici GP, come è stata chiamata la nuova MotoGP di Ducati. La nuova moto segue il solco tracciato dalla precedente GP15, che ha segnato una rivoluzione del progetto. Il prototipo 2016 non è una rivoluzione, molto simile nelle forme alla moto che l’ha preceduta ha comunque importanti novità.

Quali? “Se volete, posso darvi i disegni”, ha scherzato il suo ‘papà’ Gigi Dall’Igna.

Ci sono molte differenze rispetto alla GP15 ma non sono enormi, è una sua evoluzione - ha continuato - Sono fiducioso che funzioni tutto bene ma abbiamo solo incominciato a fare le prime comparazioni e i test sulle gomme”.

Un lavoro che è solo all’inizio.

“A Phillip Island abbiamo in programma nuove prove e prima di andare in Australia analizzeremo tutti i dati raccolti in Malesia - ha spiegato - Non abbiamo avuto abbastanza tempo a Sepang per scendere nei dettagli. Ci sono delle novità sulla moto perché le Michelin sono il più grande cambiamento tecnico, hanno bisogno di qualcosa di diverso a livello di telaio”.

L’ingegnere si è dimostrato meno preoccupato del nuovo software unico.

“Siamo partiti bene perché la sua base di derivazione è quella Open degli anni scorsi - ha ricordato - Nelle ultime due stagioni ci siamo impegnati in quella categoria e questo ci ha permesso di capirla. Non abbiamo mai avuto grossi problemi in questo senso”.

Ducati ha anche un asso nella manica: 8 moto in pista. Da una parte significano una grande mole di dati, dall’altra un impegno gravoso.

Non credo che siano troppe da gestire - ha sottolineato - Anzi, possono essere un vantaggio in un momento come questo in cui si sono stati molti cambiamenti a livello regolamentare. Come ho detto, bisogna gestirlo ma penso che in Ducati ci siano le persone e le conoscenze per farlo”.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti