Tu sei qui

MotoGP, Lorenzo? Strepitoso. La Honda è nel panico

AUDIO - Parla Pernat: "lo scoppio di Baz per le pressioni. Ducati sulla giusta strada"

Lorenzo? Strepitoso. La Honda è nel panico

2016 si ricomincia. Conclusi i test di Sepang, Carlo Pernat mostra una disamina sulle forze in campo di questo primissimo confronto di Sepang. Non può fare a meno di elogiare Jorge Lorenzo, velocissimo. Promuove la Yamaha e analizza il ritardo in casa Honda. Parole positive anche per Ducati e la Michelin, sottolineando anche il motivo presunto dello scoppio della posteriore di Loris Baz. Senza peli sulla lingua come sempre, il manager genovese parla a tutto tondo di questo primo assaggio di 2016

YAMAHA AL TOP - "Se domani ci fosse il gran premio invece che delle prove il vincitore sarebbe senza alcun dubbio Jorge Lorenzo. Invece parliamo solo di prove, per cui c'è ancora più di un mese all'inizio del campionato.

E' un Lorenzo strepitoso, guida in maniera eccezionale. Dare un secondo a Valentino è quasi un'esagerazione.

La Yamaha? Perfetta! Secondo me è la casa che ha lavorato meglio negli ultimi anni. Piccoli step, sembra una bicicletta, la moto va che è un piacere, e secondo me in questo momento Lorenzo è veramente imbattibile. Ricomincia le prove come ha finito il campionato. Comunque un Valentino sempre valido, anche se molto distante, ma comunque ha messo dietro tutti gli altri.

PANICO IN CASA HONDA - "Forse la parola giusta è panico perchè non arrivano i tempi, sopratutto sul passo. pare che il motore abbia i problemi della scorsa stagione, si parla di telaio. L'anno scorso la Honda qua era uscita abbastanza bene quest'anno non riesce...ne esce abbastanza male.  Lo stesso Marquez sembra che abbia un pò la testa.... la testa l'abbia un pò abbassata. non so se è un retaggio dell'anno scorso o cosa, ma questa è la situazione che c'è adesso.

DUCATI TRA STONER E DESMOSEDICI - La novità è rappresentata da Stoner che aiuta nello sviluppo. Certamente non è che fa dei run che sarebbero importanti. Sul giro sappiamo che è veramente forte però alla fine i tempi mi pare che insieme a Iannone siano più o meno simili, c'è un decimo e mezzo. C'è da lavorare in Ducati. La moto 2016 è un embrione per cui ha i suoi problemi infatti anche ieri andrea è stato fermato da problemi tecnici quando cercava di fare il tempo.

Però la strada è abbastanza giusta. La Ducati ha fatto un gran lavoro mettendo otto moto in pista e raccogliendo molti dati.  Le moto 2015 hanno dimostrato di essere molto competitive, vedi Petrucci, che ha fatto un ottimo tempo e anche lo stesso Redding, senza dimenticare Barbera

SUZUKI BEL TELAIO MA... - La Suzuki ha il solito gran telaio, però è chiaro che il motore ha bisogno di lavoro. senza cavalli è difficile fare qualcosa, gliene mancano un pò, però insomma, è in arrivo il seamless in scalata, quindi potrebbero esserci novità di motore più potente. aspettiamo

dell'Aprilia si sapeva tutto, nel senso che non arrivava con la moto nuova. sono prove giusto per le michelin.

MICHELIN? VOTO 7. E QUELLO SCOPPIO... - Le Michelin un bel sette glielo possiamo anche dare. Eravamo molto preoccupati, al di la dell'incidente che poi, si è scoperto francamente che non era colpa della Michelin anche se giustamente la casa per serietà ha mandato la gomma a casa per far vedere ma li si parla di pressioni di 1.2, 1.3 nel team Avintia, che è un qualcosa di veramente allucinante. una Michelin che ha portato parecchi anteriori che non sono male, non è certo l'anteriore bridgestone ma stanno lavorando forte. E' un bene che siano tornati in grande spolvero e sono sicuro che lavorerà molto bene.

ASCOLTA L'AUDIO

{pb_mediaelmedia=[audio] audio_mp3=[images/ARCHIVIO/2016/Audio/Test_Sepang/pernat.mp3]}


 

Categoria: 

Audio: 

Articoli che potrebbero interessarti