Tu sei qui

MotoGP, Lorenzo: difficile immaginare inizio migliore

"Ora non bisogna rilassarsi. Stoner ha dimostrato ancora una volta tutto il suo talento"

Lorenzo: difficile immaginare inizio migliore

Lorenzo sembra essere semplicemente inarrestabile. Non si è accontentato semplicemente del primo posto ma ha scavato un solco profondissimo fra sé e tutti gli avversari. Rossi è distante quasi un secondo, Marquez ancora tre decimi più indietro.

Era difficile immaginare un inizio migliore - esordisce entusiasta - Solo ieri sono stato 2°, ma per via di circostanze. Ho sempre tenuto un secondo di distanza dai miei avversari e questo mi rende molto contento. Sapevo di girare sotto i due minuti, ho montato la gomma giusta e l’ho fatto”.

Niente di negativo?

“Le Michelin vanno bene e se avessimo avuto a disposizione anche la morbida al posteriore sarebbe stato meglio. Sono contento anche delle anteriori, qui hanno portato una gomma standard migliore e quella evoluzione è ancora un passo avanti. Come sensazioni è più simile alle Bridgestone, non me lo aspettavo”.

La strada sembra in discesa…

“Pensare che sarà sempre così sarebbe un errore e già a Phillip Island potrebbe cambiare tutto. Non dobbiamo rilassarci ma continuare a lavorare perché gli avversari prima o poi arriveranno”.

Ma dovranno inseguire…

Iniziare in questo modo e su una pista che per me è sempre stata problematica mi dà una grande motivazione”.

Hai risolto i dubbi su quale moto usare?

Oggi non ho provato la M1 con il telaio 2016, la pioggia ci ha tolto tempo prezioso. A dire il vero non ho fatto grossi interventi sulla moto, mi sono concentrato soprattutto sulle gomme”.

Cosa pensi del test di Stoner?

A Casey questa pista piace ed è uno dei piloti che riesce ad andare forte con maggiore facilità. Ha un gran talento e oggi l’ha dimostrato essendo il più veloce sulla Ducati”.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti