Tu sei qui

MotoGP, Test Sepang: Petrucci sul trono di Lorenzo

I TEMPI ALLE 13: Jorge protagonista di una caduta, in ritardo Rossi e Stoner

Test Sepang: Petrucci sul trono di Lorenzo

Per il momento l’effetto Stoner si è rivelato preoccupante a metà per i piloti Ducati. Quando l’orologio di Sepang scandisce le ore 13, l’australiano è fuori dalla top ten, costretto ad accontentarsi dell’undicesimo tempo alle spalle di Hernandez. Dieci tornate per il 27, il cui miglior riferimento è quello di 2’01”699, a oltre un secondo dalla vetta. Un campanello d’allarme per Dovizioso (+1.628), il quale vede il rivale davanti a sé per soli 24 millesimi. Può invece dormire sonni tranquilli, per così dire, Andrea Iannone (+0.957), sesto, in scia alla Pramac di Redding.

Stoner a parte, la notizia della giornata è senza dubbio la spaventosa caduta che ha visto protagonista Loris Baz. Il francese, che proprio ieri ha festeggiato i 23 anni, è stato sbalzato dalla propria moto sul rettifilo centrale dei box alla velocità di circa 250 km/h. Fortunatamente per lui, soltanto qualche graffio alla tuta e nulla di grave. Come riconosciuto da Nicolas Goubert, la causa dell’incidente è la rottura dello pneumatico. Proprio per questo la sessione è stata interrotta per mezz’ora, con la seguente decisione di Michelin di ritirare la gomma soft in dotazione ai team.

Tornando ai tempi, la sorpresa del martedì è Danilo Petrucci. Ci ha preso gusto il pilota Pramac, protagonista lunedì del quarto crono. Questa volta l’umbro guarda tutti dall’alto, grazie al tempo di 2’00”095, quasi sei decimi meglio rispetto a quanto fatto nella giornata inaugurale da Lorenzo. Alle sue spalle un’altra piacevole sorpresa, firmata Hector Barbera (+0.292). Un test in crescendo per lo spagnolo, addirittura sesto ieri davanti a Marquez. Il portacolori Ducati precede Lorenzo (+0.738), seguito a dieci millesimi da Marc Marquez.

Dopo un avvio in salita, il pilota Honda migliora di oltre un secondo la propria prestazione, mentre fatica il compagno di squadra Pedrosa (+1”380), soltanto ottavo davanti a Valentino Rossi (+1”509), il quale accusa un ritardo dalla vetta che va oltre il secondo e mezzo. Una sola Suzuki nella top ten, quella di Maverick Vinales (+1”326), autore del settimo tempo.

AGGIORNAMENTO. Poco dopo le 13, Jorge Lorenzo è stato protagonista di una caduta alla curva 5. A terra anche Pol Espargarò. Alle ore 14 da registrare la caduta anche per il debuttante Esteve Rabat. Quando manca mezz'ora al termine delle prove finisce a terra anche Daniel Pedrosa, il quale ha distrutto il cupolino della Honda

Classifica alle ore 13:00

 

 

 

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti