Tu sei qui

MotoGP, Stoner: oggi consulente, domani tester

Iannone: "dovremo saper sfruttare il suo aiuto". Dovizioso: "normale avere sensazioni diverse"

Stoner: oggi consulente, domani tester

Oggi Stoner si aggirava a bordo pista osservando gli avversari e nei box Ducati parlando ai piloti. Domani sarà di nuovo il suo turno sulla GP15 e la curiosità per sapere di cosa sarà capace è tanta. Dando un’occhiata alla classifica di oggi, l’australiano con il suo 2’02”01 si sarebbe piazzato al 6° posto, davanti a Marquez.

Cosa pensano i piloti ufficiali dell’arrivo di Casey?

Oggi è stato con noi al box, abbiamo parlato spesso - dice Iannone - Sono contento della sua presenza, è un pilota forte e di talento. Dovremo essere bravi a trarre vantaggi dalla sua collaborazione”.

Analitico, come sempre, il Dovi.

“Sono contento che lui sia qui, sono stato suo compagno di squadra e conosco bene il suo talento e quanto possa essere veloce, non è una novità - le sue parole - Dobbiamo capire però quanto potrà aiutarci. Lui arriva da un periodo in cui ha provato poco, logicamente le sue prime sensazioni possono essere diverse dalle nostre. Per questo penso che le informazioni che ci darà domani saranno più importanti di quelle del primo giorno.

In molti sono stati stupiti dal fatto che Stoner lodasse la stabilità in frenata della Ducati, un’area in cui Andrea ha avuto problemi.

Casey non arriva da una stagione completa, non può avere le idee perfettamente chiare dell’evoluzione di moto e gomme negli ultimi anni. Per questo dico che le sensazioni possono essere diverse - continua - Detto questo, so anche che lui ha una grande sensibilità in sella”.

Anche il team manager Davide Tardozzi fa una precisazione.

Stoner ha parlato di stabilità, Dovizioso invece lamentava un altro problema che è quello della di farla decelerare in breve spazio”.

Vedremo domani sera se i due saranno d’accordo.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti