Tu sei qui

Albesiano: Aprilia in SBK? solo fornitori

Il Responsabile Racing: "la nostra priorità è la MotoGP, il team Iodaracing sarà un cliente"

Albesiano: Aprilia in SBK? solo fornitori

In questi giorni sta tenendo banco, più che i test invernali a Jerez, il ritorno di Aprilia in SBK con il team Iodaracing di Giampiero Sacchi. Ritorno, dicevamo, che però ritorno non è. A Noale hanno infatti deciso lo scorso anno di mettere fine all’avventura nelle derivate di serie per concentrarsi sulla MotoGP e non hanno cambiato idea.

Per Aprilia quel capitolo è chiuso, non vuole continuare ufficialmente l’avventura in SBK ma è disponibile a essere “un fornitore un po’ speciale”, per usare le parole del Responsabile del Racing Romano Albesiano.

Allora, ingegnere, cosa sta succedendo?

E’ molto semplice, come ho detto negli ultimi mesi noi siamo a disposizione di tutti i clienti che vogliono correre con una nostra moto in qualsiasi campionato, compresa la SBK”.

Quindi Iodaracing sarebbe un semplice cliente?

Sì, la gestione sportiva della squadra non ci riguarda. Sacchi ha intrapreso questa iniziativa e siamo molto vicini a concludere un accordo con lui”.

Quanto vicini?

Si tratta di una questione di pochissimi giorni, anche perché le moto dovranno partire per l’Australia tra l’8 e il 10 febbraio, quella è la deadline.

Quali sono gli intoppi per la firma?

Quando si firma un contratto per la fornitura di mezzi e servizi, come è quello di cui stiamo parlando, ci sono dei tempi tecnici da rispettare e la decisione di Sacchi risale a pochissimo tempo fa. Poi ci sono anche gli aspetti economici di cui parlare”.

Vi farete carico anche dello sviluppo delle RSV4?

La nostra priorità rimane la MotoGP, come ho detto si tratta di una fornitura di materiale e servizi. Poi nel corso dell’anno faremo delle valutazioni per capire se sarà utile o necessario accelerare lo sviluppo”.

Si è parlato molto di Savadori, che è sotto contratto con voi, come pilota.

E’ un discorso parallelo, separato. Ad Aprilia piace avere l’opportunità di fare crescere giovani piloti ed è quello che abbiamo fatto con Lorenzo e ci farebbe piacere vederlo correre in SBK. Però, lo ripeto, la gestione sportiva riguarda solo il team e non noi”.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti