Tu sei qui

SBK, De Angelis: non voglio guidare l'Aprilia al buio

"Io in SBK? Potrei, ma non ho notizie. Potrebbe essere una figata o una fregatura"

De Angelis: non voglio guidare l'Aprilia al buio

A) E' fatta, il team Iodaracing abbandona la MotoGP per correre in Superbike. B) Non è ancora fatta, ma manca poco, Sacchi ha deciso che il futuro è una Superbike da vincente piuttosto che una MotoGP da perdente.

C) Giampiero Sacchi vuole rimanere in MotoGP costi quel che costi e, nonostante il viatico di Ezpeleta, non sposterà il suo team in Superbike.

Quel che abbiamo scritto vi sembra privo di senso? Ebbene lo è ma anche no perché invertendo l'ordine delle possibilità, scegliendo cioè fra l'ipotesi A), la B) e la C) il risultato non cambia: una decisione è nell'aria ma non è stata presa. Il che non vuol dire che non sarà presa magari nelle prossime ore.

Una sola cosa è certa: il pilota, Alex De Angelis, non è stato ancora avvertito ed è lì con la mano sul telefono che attende.

"Fisicamente sto abbastanza bene, parlo di polmoni e delle cinque costole fratturare - spiega - invece qualche problemino al braccio destro ce l'ho ancora: un nervo è stato schiacciato ed ho poca forza al bicipite, ma riesco comunque a guidare: ho fatto anche la 100 Lm al Ranch di Valentino Rossi…".

Dunque sei pronto per partire per i test di Sepang, almeno…

"Non so cosa rispondere. Non ho alcuna comunicazione ufficiale, né ho ricevuto il biglietto aereo o la prenotazione dell'hotel. Se Sacchi mi manda il biglietto però io parto".

Anche se forse non c'è nemmeno una moto per te? l'Aprilia in Malesia utilizzerà ancora le vecchie RS-GP.

"Questo lo so da tempo ma sono in ritardo di settimane, non di mesi. Il motore è già al banco. Salteranno il primo test. Comunque non credo che in Aprilia non ci sia una RS-GP con i ricambi per me".

Si dice che Sacchi non abbia ancora deciso cosa fare. E' indeciso fra SBK e MotoGP.

"Io in tempi non sospetti dissi che avrei accettato di correre in Superbike se l'offerta fosse arrivata da un team ufficiale. Ora bisogna capire se questo è un ritorno dell'Aprilia nel mondiale delle derivate di serie perché la Dorna lo vuole, se insomma è una figata o una fregatura!"

In che senso?

"A me manca di correre per fare il risultato. Mi piacerebbe correre per provare a tornare a vincere, ma visto che a Noale hanno difficoltà a seguire i programmi in MotoGP credo che per la Superbike non abbiamo fatto nulla. L'ipotesi di ritrovarmi con moto vecchie in un team cliente cambia di molto le prospettive. Comunque…attualmente io ho un contratto con Sacchi per correre nel 2016 in MotoGP".

Da cosa pensi che dipenda questo ritardo?

"Dai soldi no? Da che altro?"

Ma tu sei pronto a risalire in moto e guidare? Dicevi che hai ancora un problema al braccio.

"Io non ho nessun problema a gareggiare, certo all'inizio non sarò al 100%, ma il problema è un altro: sono quattro mesi che non guido in pista, e per di più io una Superbike non l'ho nemmeno mai provata! Nel frattempo però quelli che dovrebbero essere i miei avversari sono a Jerez a fare i test…".

Beh l'Aprilia è una moto vincente però…

"Era una moto vincente, non sappiamo se lo è ancora. Kawasaki, Ducati, anche Honda, mica le hanno solo spolverate le moto, non sono stati fermi. Quindi io dico RSV-4 vincente? Vediamo".

C'è dell'altro?

"Come ho detto, mai provata una SBK, sarebbe tutto nuovo, l'elettronica, le gomme…soprattutto le gomme".

Dovresti salirci su e guidare al buio.

"Quello no, se dovrò correrci voglio fare perlomeno un test, anche breve, anche su un circuito dove non si corre, per prenderci le misure. Anche perché la prima gara è dietro l'angolo. Da quanto ne so io l'11 febbraio dovrebbero partire le moto per l'Australia".

Quindi qual'è il tuo stato d'animo?

"Io dico: per vincere bisogna farsi il culo, quindi sono qui con una mano sul telefono è aspetto. Vediamo se squilla".

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti