Tu sei qui

MotoGP, GPOne(No)Car: a tu per tu con il generale Gigi

Dall'Igna a tutto tondo: da Stoner a Rossi, dalla Desmosedici GP16 ai motori 2 tempi

Iscriviti al nostro canale YouTube

I toni chiari e compassati. Lo sguardo sempre focalizzato. Sopratutto, più di ogni altra cosa, il bello di Gigi Dall'Igna è la sua capacità di farti vedere le cose in maniera definita, distinta, lucida.

Parlare con lui significa avere la giusta percezione di ogni singolo argomento. E per farlo, il 'Generale Gigi', non lascia nulla al caso, a partire dai termini:

"La prima vittoria? Non era una promessa, ma un obiettivo, che a tutti sembrava impossibile da raggiungere. Di fatto è vero che non ci siamo riusciti, ma abbiamo sfiorato il successo in più di un'occasione, tornando ad essere competitivi.

E' successo in Qatar ed a Phillip Island. Non raggiungere gli obiettivi non fa mai piacere, ma credo che sia più importante esser riusciti in qualche occasione a battercela con Honda e Yamaha".

Generale lo abbiamo definito. Perchè in fondo, è stato lui a rimettere ordine in una barca che, negli ultimi anni, aveva leggermente perso la rotta. Ora però, spetta sempre a lui migliorare un già più che positivo 2015. A partire dai test di Sepang:

"Potrete distinguere la GP15 dalla GP16 per il colore: la nuova nata debutterà con una livrea nero carbonio. A parte questo, sì, è diversa, ma le differenze sono meno grandi rispetto al passato. Per il momento comunque procede tutto secondo i piani. Iannone e Dovizioso faranno dei test comparativi ed avranno due nuove GP16 a testa. L'obiettivo è quello di uscire dai test in Malesia con una base di partenza".

Il discorso spazia a 360 gradi, dall'elettronica - cercando di sfatare falsi miti - a Casey Stoner e Valentino:

"E' un mito che l'elettronica faccia tutto. Ha però migliorato molto la sicurezza dei piloti. Oggi è più facile rimanere entro il limite: nel passato non si riusciva ad essere così costanti, bisognava tenersi più margine pena non riuscire a finire la gara. Certo, è uno dei settori di sviluppo più importanti, ma non solo nelle moto. Rispetto alla F.1 il pilota in ogni caso conta moltissimo e conterà sempre tanto.

Un futuro turbo per le due ruote? Non ci sarebbero problemi ad adottarlo nelle moto. La realtà è che forse per noi non è così importante come sulle auto. Abbiamo ancora del margine di sviluppo più tradizionali. E poi ci sarebbe il due tempi. E' forse il motore da moto per eccellezza, compatto e leggero. Ci abbiamo corso fino a pochi anni fa. E' affascinante, ma chiaramente bisognerebbe investire su questa tecnologia ed oggi non c'è spazio.

I regolamenti sono cambiati, non abbiamo più la possibilità di provare con i piloti ufficiali quindi avere a disposizione un bravo collaudatore come Pirro ed un campione come Stoner è importante. Difficile capire cosa aspettarsi da lui, ma ha una grande esperienza quindi penso ad un contributo importante sulla direzione da seguire.

E' previsto che Stoner inizi a provare il 30 gennaio a Sepang, con la moto del 2015, ma le cose potrebbero cambiare in base ai primi risultati della GP16".

Se dovessi scegliere fra Lorenzo e Marquez chi butteresti dalla torre? "Nessuno dei sue. Sono entrambi campioni incredibili, sarebbe offensivo nei confronti del nostro sport".

"Mi piace credere che i valori dello sport debbano essere tutelati. Nell'ultima parte del campionato invece abbiamo vissuto cose abbastanza lontane da questa filosofia. Complessivamente ciò che è accaduto non è stato positivo, ma il mondo reale è fatto anche di questi episodi".

Rispetto alla Honda alla Ducatii manca la possibilità di far correre giovani piloti in Moto3.

"Ogni tanto ci ragioniamo su. E' importante costruire dei campioni, e a me piace particolarmente, anche perché nel passato mi è riuscito  piuttosto bene. Magari negli anni a venire Ducati potrebbe anche entrare in Moto3 ma non a breve termine. L'obiettivo principale ora è tornare a vincere in MotoGP, prima dobbiamo riuscirci,  poi penseremo ad altro".

Ascolta l'intervista completa

 

GUARDA IL VIDEO

 

 

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti