Tu sei qui

Yamaha Motobot: nel 2017 debutto in pista

L'annuncio al CES di Las Vegas: "Uno strumento utilissimo per lo sviluppo del veicolo"

Yamaha Motobot: nel 2017 debutto in pista

In occasione del Consumer Electronics Show (CES) di Las Vegas, SRI International e Yamaha Motor Co. annunciano la loro collaborazione allo sviluppo del programma Motobot, il robot umanoide in grado di guidare una moto.

Del robot pilota se ne era già parlato in concomitanza del Tokyo Motorshow lo scorso novembre, ed ora arriva il sigillo su un accordo che darà ulteriore impulso ad un progetto che, almeno sulla carta, si pone obiettivi decisamente ambiziosi e, se vogliamo, un po' inquietanti: battere nei tempi sul giro un pilota di MotoGp.

Quando venne infatti annunciato il progetto lo scopo dichiarato degli ingegneri Yamaha è stato da subito quello di voler realizzare uno strumento in grado di dare un grosso contributo nello studio e nello sviluppo del veicolo moto. Per fare questo il Motobot deve essere in grado di replicare le capacità di un pilota nella guida di una moto, sia su strada che su pista.

"Lo sviluppo di un pilota umanoide è uno sforzo ambizioso, che è il motivo per cui abbiamo deciso di lavorare con SRI International, una delle potenze della Silicon Valley in fatto di ricerca e sviluppo. Si tratta di una partnership che unisce l'esperienza delle moto da corsa allo sviluppo robotica, il tutto con l'intento di realizzare componenti e sistemi innovativi da applicare sulle moto del futuro ", ha dichiarato Amish Parashar, il responsabile dell'antenna tecnologica Yamaha in Silicon Valley.

"Questo progetto - ha poi continuato - ci aiuterà ad andare più a fondo nello studio sull'interazione uomo/macchina, quantificando ulteriormente il rapporto tra comandi del pilota e il comportamento della moto, e quindi utilizzando il conseguente know-how per costruire veicoli ancora migliori".

L'obiettivo nell'immediato di Yamaha per il suo Motobot è quello di riuscire a raggiungere un'efficacia di guida che consenta all'umanoide di viaggiare ad una velocità massima di 200Km/h in circuito entro il 2017.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti