Tu sei qui

MotoGP, Nakamoto: la nuova moto non è migliore

"Marquez è sempre il pilota più veloce. La lotta con Valentino? Spero sia pulita e solo in pista"

Nakamoto: la nuova moto non è migliore

Shuhei Nakamoto ha iniziato il nuovo anno sui campi di gara. Questa volta però ha scelto non i consueti circuiti ma le piste sterrate della Dakar, che Honda sta dominando in queste prime fasi.

Anche in Sud America è comunque arrivato l’eco della MotoGP, che tra meno di un mese riprenderà il via nei test di Sepang. HRC, in questa stagione, punterà al riscatto e non vorrà commettere gli errori del passato.

Siamo concentrati per rendere la moto meno aggressiva - ha spiegato il vice presidente esecutivo in un’intervista concessa a Marca - Stiamo provando varie cose, ma per qualche ragione non stiamo riuscendo a trovare una moto migliore di quella dell’anno passato. Gli ingegneri stanno analizzando il perché e spero che troveremo la soluzione prima dell’inizio della stagione”.

Nakamoto non si è nascosto e ha confermato quello che i piloti avevano già detto prima dello stop. La RC213V è ancora troppo scorbutica e bisogna ammorbidire questo aspetto del suo carattere. Purtroppo, neanche i tre giorni di test a Jerez sono serviti per raggiungere e deliberare il nuovo motore.

Shuhei NakamotoSe la moto ha bisogno di qualche modifica, almeno sul pilota si può contare a occhi chiusi.

Marquez non ha potuto lottare per il campionato, ma dal punto di vista della velocità è il numero 1 - ha affermato l’ingegnere giapponese - E’ caduto sei volte, se avesse terminato quelle gare sarebbe stato campione. Marc prova sempre a vincere tutte le gare, ora sa che vincere il campionato è molto più importante”.

Infine, Nakamoto è tornato su quello che è successo tra Rossi e Marquez.

“Penso che il 50% degli appassionati di MotoGP siano tifosi di Valentino e credono a quello che dice. E’ qualcosa che Honda non può controllare - la sua opinione - La storia dimostra che in tutta la sua carriera Valentino ha attaccato i suoi rivali, come Gibernau o Stoner. Questa è stata la volta di Marc, che però è un pilota che ammira Valentino. I due sono sono stati in vacanza, spero che tornino più rilassati e che nella nuova stagione possano confrontarsi in una lotta pulita in pista e non nei box o nelle conferenze stampa. Non voglio rivedere nuovamente certe cose”.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti