Tu sei qui

MotoGP, Pernat, Vinales sarà l'uomo-mercato 2016

TERZA PUNTATA (Audio) Il manager conclude i suoi giudizi sui piloti MotoGP

Pernat, Vinales sarà l'uomo-mercato 2016

Carlo Pernat continua la sua analisi dei piloti del motomondiale dando un giudizio sui secondi dieci. Quei piloti che si sono classificati dall'11° al 20° posto in campionato.

Sono queste le posizioni di coloro i quali possono e devono tornare nella top ten, ma anche di quelli che stanno scivolando indietro nel gradimento dei manager e per questo destinati a lasciare prima o poi la classe regina.

Abbiamo chiesto a Pernat un giudizio conciso, quasi lapidario.

Darlo su piloti che spesso non hanno a disposizione una moto competitiva o, peggio, un team adeguato non è facile, ma Carletto ci è riuscito grazie alla sua enorme esperienza. Non ci sono bocciati, ma le indicazioni del manager bolognesi sono quelle che si ascoltano nel paddock quando si parla con il registratore spento.

A conclusione, nel secondo file audio, trovare anche un brevissimo commento sulla 'coda' del mondiale, piloti collaudatori ed affini.

L'INCOSTANTE, Aleix Espargaro - E' un pilota combattente ma molto incostante.

L'UOMO MERCATO, Maverick Vinales - E' una sorpresa positiva, può diventare un uomo mercato. E' molto forte, capisce la moto e guida con capacità tecnica.

IL DUCATISTA, Scott Redding - Punto interrogativo, sembrava un pilota dal grosso futuro. certo la Honda non era una gran moto. Forse è adatto alla Ducati

DEVE ALLENARSI, Yonny Hernandez - E' un pilota che viene dal Motocross non ha una grande esperienza, è veloce ma deve cambiare sistema di allenamento. Non è da top 5.

SPRECATO, Hector Barbera - Ha buttato via una carriera perché è veloce, lo vediamo nelle qualifiche. Non ha avuto la testa per poter mettere in pratica le sue doti naturali.

ERA FORTE, Alvaro Bautista - E' strano, sembrava molto forte in 250, poi ha corso dei campionati anonimi. Il top lo ha raggiunto con la Suzuki, è difficile che possa ripresentarsi.

DA SUPERBIKE, Loris Baz - E' un pilota 'gentile', non ha avuto moto competitive in MotoGP ma non si è comportato male in SBK, in MotoGP non potrà fare molto.

DOTATO, Stefan Bradl - Ha dimostrato di essere un buon pilota con la Honda da Cecchinello. E' incostante. le doti ce l'ha, dovrebbe calmarsi un po'.

HA RISCHIATO, Jack Miller - E' una grossa speranza, ma il passaggio è stato troppo violento. Adesso tocca a lui dimostrare le sue capacità.

SECONDA VITA, Nicky Hayden - Non gli si può non voler bene, è coraggioso, tutte le squadre lo vorrebbero e ha vinto un mondiale. Carriera stupenda, ora in SBK potrà giocarsi qualcosa.

ASCOLTA L'AUDIO

 

{pb_mediaelmedia=[audio] audio_mp3=[images/ARCHIVIO/2015/Audio/12_Dicembre/terzi10.mp3]}

I TESTER

{pb_mediaelmedia=[audio] audio_mp3=[images/ARCHIVIO/2015/Audio/12_Dicembre/ultimi.mp3]}

Categoria: 

Audio: 

Articoli che potrebbero interessarti