Tu sei qui

MotoGP, Lorenzo: Sector ha approfittato della situazione

Jorge risponde all'ex sponsor: "aveva deciso già a settembre di non rinnovare il contratto"

Iscriviti al nostro canale YouTube

Gli strascichi di quanto successo nel finale di stagione della MotoGP continuano e ora è Lorenzo a prendere la parola. Il motivo del contendere è l’interruzione anticipata del contratto che lo legava a Sector come testimonial.

L’azienda italiana, a inizio novembre, aveva deciso di interrompere la collaborazione con il campione spagnolo.

Massimo Carraro, presidente di Morellato Group, in un’intervista rilasciata al Gruppo TV7 (la trovate in fondo) aveva dichiarato: “quello che nel mondo della MotoGP è successo non ci è piaciuto e abbiamo deciso di chiudere in anticipo la relazione con Jorge Lorenzo e di non rinnovare il contratto. Avevamo chiesto che Jorge rimanesse fuori dalla polemica fra Rossi e Marquez, il pilota ha deciso di non farlo e noi abbiamo agito di conseguenza”. Poi aveva concluso: “io sto con il Dottore”.

Ora che il campionato è concluso, lo staff di Lorenzo ha voluto rispondere (anche se con un po’ di ritardo) al comunicato stampa, facendo chiarezza su quanto successo. Secondo la versione dello spagnolo, Sector avrebbe colto la palla al balzo per annunciare lo stop dell’accordo che, in verità, era già stato deciso da alcuni mesi.

Non c’entrerebbero quindi niente i “valori di sportività, sfida, sana competizione e integrità” tanto decatanti, perché l’addio era già stato concordato dalle parti in tempi non sospetti.

Quattro i punti che lo staff di Jorge ha voluto chiarire:

- A settembre 2015 c’è stato un muto accordo messo per iscritto per cui Sector dopo 3 anni di collaborazione non avrebbe rinnovato l’accordo e gli è stato comunicato che la marca di smartphone Zopo avrebbe preso il suo posto, senza alcuna obiezione.

- In nessun caso è stata annunciata la sponsorizzazione di Zopo al posto di Sector per rispetto alla marca italiana che ci aveva sostenuto per tre anni.

- Sector non ha mai comunicato a nessun membro dello staff di Jorge Lorenzo che avrebbe inviato un comunicato stampa prima del Gran Premio di Valencia.

- Deploriamo profondamente ogni tentativo di populismo, opportunismo o manipolazione da parte dell’azienda nell’intento di ottenere benefici da quanto accaduto nelle passate settimane scagliandosi contro il nostro sport e il nostro pilota prima di un Gran Premio così importante.

Questa la versione di Lorenzo che così avrebbe svelato il sottile gioco (e il tempismo) sottostante alle comunicazioni dell’ex sponsor.

Come dire, sembra non ci sia mai limite al peggio.

GUARDA IL VIDEO

 

 

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti