Tu sei qui

Genesio Bevilacqua: con BMW per tornare vincenti

GPOneCar - Un imprenditore italiano, un luminare della tecnica olandese, una casa tedesca e del vino nostrano.

Iscriviti al nostro canale YouTube

Un imprenditore italiano, un luminare della tecnica olandese, una casa tedesca e del vino nostrano. Ecco, detta così potrebbe sembrare l'inizio di una storiella, di un racconto, ed invece è l'inizio di un'avventura che ha unito l'ultimo patron in grado di far vincere un mondiale Superbike a mamma Ducati, con BMW Motorrad.

Si, stiamo parlando di Genesio Bevilacqua, di Jan Witteveen, e di come, in compagnia di una delegazione della casa dell'Elica, riuscirono a far partire quel piano comune davanti ad una cena e a del buon vino italiano.

Un accordo per salire al vertice della categoria, dopo due anni di saliscendi per la compagine di Civita Castellana:

"Siamo sempre stati appassionati di marchi italiani. Abbiamo corso con Ducati e Aprilia, oltre che all'inizio con Honda. Abbiamo avuto quattro anni di splendori con Ducati, con Carlos Checa e con quel titolo conquistato, ma anche con Davide Giugliano.

Erano due anni però che il team aveva perso un poco l'azione propulsiva. Prima con la categoria EVO, poi lo scorso anno abbiamo patito un pò di organizzazione con Ducati. Non abbiamo avuto a disposizione tutto quello che poteva esserci.

Di conseguenza non potevamo pensare di lottare per la vetta. Ecco che un'occasione come BMW, che ci ha offerto un supporto serio, non ce la siamo fatta sfuggire"

La risalita, la scala verso il successo passa quindi per i giovani talenti di Reiterberger, campione IDM, e per il rookie dello scorso anno Jordi Torres. Inoltre, Althea avrà anche il team Stock con Raffaele De Rosa. "In Stock puntiamo alla vittoria. Per noi la Stock significa giovani. Significa avere speranza di creare il campione del futuro. E' un esperimento che avevamo fatto con Davide Giugliano.

Abbiamo vinto in una stagione in cui il livello era altissimo. Ritornare a fare la stock con un'investitura ufficiale significa mettere nelle condizioni Raffaele De Rosa di esprimere il suo talento sottostimato, ma anche per noi di capire molte cose dal prodotto di base".

GUARDA IL VIDEO

 

Articoli che potrebbero interessarti