Tu sei qui

SBK, Witteveen con BMW Althea a Vallelunga

L'olandese si diverte:"Un ingegnere dei 2T ha un cervello con il doppio di fase utili"

Witteveen con BMW Althea a Vallelunga

VALLELUNGA - Dopo l'annuncio della firma con BMW il team Althea non si è fermato più e dopo i test a Jerez eccoli nuovamente in pista, questa volta a Vallelunga.

Sotto la supervisione del responsabile tecnico, l'ingegner Jan Witteveen e l'occhio vigile di 'patron' Genesio Bevilacqua hanno girato nell'autodromo romano in una giornata fredda ma serena Markus Reiterberger e Jordi Torres con la S1000RR Superbike e Raffaele De Rosa con la Superstock.

Il 22enne tedesco, vincitore quest'anno dell'IDM, si è concentrato sullo sviluppo e la messa a punto del software, mentre lo spagnolo, dopo l'esperienza con l'Aprilia, ha girato più che altro per continuare a prendere confidenza con una moto interamente nuova per lui.

"Come a Jerez, con Jordi abbiamo lavorato prevalentemente sull'assetto - ha spiegato Witteveen - dopo gli ultimi test, infatti, lo abbiamo completamente cambiato e poiché Torres non conosce la S1000RR ha continuato a prenderci confidenza, mentre Markus, che ha esperienza, ha seguito maggiormente lo sviluppo".

Althea BMW Racing parteciperà, come è noto, al Campionato Mondiale Superbike 2016 con il sostegno di BMW Motorrad Motorsport. Il Team italiano ha firmato un contratto di due anni e riceverà supporto tecnico da BMW Motorrad Motorsport. Gli esperti tedeschi, presenti in forza nell'autodromo romano, sosterranno il Team italiano con le loro conoscenze e competenze tecniche lavorando a fianco del Team per tutta la stagione potendo peraltro avere come controparte un tecnico di altissimo livello quale è Jan Witteveen.

"E' vero, sono un esperto di motori a due tempi - ha scherzato l'ingegnere olandese - e per questo mi piace dire che ho il cervello con il doppio di fasi utili…scherzi a parte due o quattro tempi non cambia molto, sempre di moto si tratta".

L'obiettivo del team Althea BWM - la casa tedesca fornirà alla squadra i motori e l’elettronica. Il Team sarà responsabile per lo sviluppo della moto durante la stagione e gestirà gli aspetti sportivi e logistici della sua partecipazione nella serie - è quello di ben figurare nel mondiale Superbike e di provare a vincere nella categoria Stock.

"Pensiamo di poterci inserire bene - ha proseguito Witteveen - perché Markus sta andando molto forte ed anche Jordi si è trovato subito a suo agio. Speriamo di piazzarci immediatamente a ridosso dei primi, puntando a crescere nel corso della stagione. Quanto alla Superstock è evidente che, senza volerci mettere troppa pressione addosso, e soprattutto senza metterla a Raffaele, lì vogliamo vincere".

"A spingermi è sempre la passione - sono le parole di Bevilacqua - nel recente passato ho avuto grandi soddisfazioni, riuscendo addirittura a vincere un mondiale con Carlos Checa e Ducati nel 2011. Anche con BMW il potenziale è ottimo".

Anche se sono puramente indicativi, Reiterberger ha girato in 1.37.00, Torres in 1.38.7 e De Rosa 1.39.330.


Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti