Tu sei qui

Yamaha, problemi al cambio per la R1

Richiamo per la sportiva di Iwata, parti cambio da sostituire per gli ingranaggi di seconda, terza e quarta marcia

Yamaha, problemi al cambio per la R1

Brutta tegola in casa Yamaha. Un cambio a rischio rottura, potrebbe mandare in fumo l'intero margine di guadagno sulle vendite della YZF-R1 ed R1M nell'intero 2015. Il problema, per il quale è già stata avviata una campagna di richiamo cautelativo in Italia (ma così anche nel resto di Europa, USA e Canada), interessa gli ingranaggi del cambio.

A quanto sembra, il rocchetto della seconda è a rischio rottura, mentre quelli di terza e quarta marcia potrebbero incorrere in deformazioni sotto la spinta della notevole cavalleria del quattro cilindri. Un problema non da poco per il marchio dei tre diapason, che con questo richiamo rischia di vedere vanificati i margini di profitto dell'intero 2015 sulle vendite della R1 e della più pistaiola R1M. Infatti l'intervento consiste in questo caso nella sostituzione delle parti incriminate, un'operazione da considerarsi certamente onerosa alla luce della durata necessaria per tale manutenzione che dovrebbe aggirarsi tra le 15 e le 18 ore.

Al momento gli esemplari interessati in Italia sono circa 570, 240 in Canada, mentre negli USA l'importatore non ha ancora diramato il richiamo ufficiale, anche se già alcuni clienti hanno ricevuto la lettera di rientro in officina da alcuni importatori locali. Poche notizie in merito se il problema riguardi anche altri mercati.

Difetto di gioventù per una moto totalmente rinnovata questa stagione e che dalla sua uscita al momento non sembra aver fatto registrare noie di questo tipo. Ulteriore dimostrazione di quanto le Case, Yamaha nella fattispecie, reputino fondamentale l'aspetto sicurezza e tutela nei riguardi dei propri clienti, operando un richiamo che seppure oneroso punta a garantire la massima affidabilità sul prodotto.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti