Tu sei qui

MotoGP, Kallio, con la KTM dai test ai Gran Premi

"Le gare mi mancheranno, voglio dimostrare di essere veloce abbastanza per correre con la RC16 nel 2017"

Avere a disposizioni buoni tester per i reparti corse delle case impegnate nel mondiale MotoGP è fondamentale. E se Yamaha e Honda sono all'avanguardia da anni in questo settore con piloti come Nakasuga, mentre la Ducati ha deciso di schierare Stoner al fianco di Pirro , ora anche KTM ha deciso di affiancare ad Alex Hofmann Mika Kallio.

Il finlandese, 32 podi e 12 vittorie con la casa di Mattighofen, due volte vicecampione del mondo in 125 nel 2005 e 2006, ha ora deciso di abbandonare la Moto2 per svezzare la MotoGP degli arancioni.

"Ci conosciamo da tempo, sapevo quanto fossero seri in questo progetto e a me piace lavorare sui dettagli - ha detto Kallio in una lunga intervista a Speedweek - Mi farebbero piacere portare il progetto della RC16 KTM da zero alla migliore condizione possibile. Ho corso a lungo in Moto2 ma il cambio di gomme della Dunlop mi ha messo in difficoltà e sapevo che nel 2016 avrebbero usato gli stessi pneumatici. Per questo ho detto addio alla Moto2".

Mika a 33 anni non è più giovanissimo, ma non ha perso l'ambizione di gareggiare.

"Non penso che la mia carriera sia finita - ha proseguito - Certamente le competizioni mi mancheranno, mancano ad ogni pilota. Battersi contro gli avversari è piacevole. Spero di rifarmi nello 2017 e di correre, voglio mostrare alla KTM che sono veloce abbastanza per rimanere con loro".

Per il momento però Kallio ha rilevato la grossa KTM dalle mani di Hofmann che ha sgrezzato il prototipo.

"Alex mi ha detto che la moto è ben bilanciata e non ci sono grossi punti deboli. Dopo diverse stagioni in Moto2 mi dovrò però riadattare alla MotoGP - ha precisato il pilota - Credo che la KTM mi abbia scelto perché pensano che io sia adatto a questo lavoro. La cosa importante e fornire al team le informazioni corrette per lo sviluppo della moto. Mi sono allenato con una Superbike ed ho già provato con le Michelin con moto più potenti. Pit Beirer ha detto che il team sarà basato in Austria, ma ci sarà anche una base in Spagna. Non mi occuperò invece della Moto3, si farebbe solo confusione".

 


http://www.speedweek.com/motogp/news/85200/Mika-Kallio-Groc39fes-Intervi...

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti