Tu sei qui

MotoGP, Test. Redding meglio di Marquez a Jerez

I TEMPI SBK ALLE 13. Scott sotto il 1'39. Impressionano le Kawasaki con Sykes e Rea

E’ l’ultima giornata di test a Jerez e il sole splende ancora in cielo, anche se le temperature sono inferiori rispetto a quelle dei giorni scorsi. Cosa più importante, i riferimenti cronometrici stanno iniziando ad abbassarsi, e non di poco.

Per Ducati sono arrivati due piloti ufficiali Dovizioso e Iannone, ma gli occhi sono puntati sul box Pramac. Scott Redding infatti sembra trovarsi particolarmente bene con la GP15 e il suo tempo lo dimostra. Radio box ha infatti registrato 1’38”98 per il britannico, un riferimento mezzo secondo più veloce di quanto fatto ieri da Marquez (1’39”57).

Il lavoro continua prima dello stop invernale, con Ducati a fare la parte del leone con ben quattro team in pista (oltre all’ufficiale e Pramac, ci sono Aspar e Avintia). Logicamente manca Eugene Laverty che è Barcellona per essere operato dopo l’incidente di ieri. Nella caduta ha riportato la frattura del radio sinistro all’altezza del polso, la lussazione della spalla e una commozione alla testa.

In pista ci sono anche le Honda di Marquez e Pedrosa, insieme all’Aprilia. Da segnalare una caduta senza conseguenze per Alvaro Bautista, tradito dall’anteriore.

In SBK a impressionare sono ancora una volta le Kawasaki, capaci di girare con tempi da… MotoGP. Tom Sykes è sceso fino a 1’39”313, 0”211 più lento Rea. Sono riferimenti più rapidi di quelli di Marquez di ieri. Fra le verdone e il resto della truppa il gap è grande. Fores, 3°, è distante 1”304, 1”461 Davies, 1”715 Hayden che precede per meno di un decimo e mezzo Giugliano.

I TEMPI SBK ALLE 13


Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti