Tu sei qui

MotoGP, Rossi sfida Neuville al Monza Rally Show

Il Dottore vuole la rivincita dopo il secondo posto della passata edizione alla kermesse brianzola

È l’appuntamento al quale non si può proprio mancare. Una tradizione che dura da oltre dieci anni quella di Valentino Rossi al Monza Rally Show.  La passione per i rally gliel’ha trasmessa papà Graziano e lui non ha alcuna intenzione di rinunciare al consueto evento che cala il sipario sulla stagione dell’Autodromo brianzolo.

Archiviati i test di Valencia, eccolo al volante della Ford Fiesta WRC. L’occasione giusta per divertirsi e far divertire il pubblico tra freni a mano e staccate. Lo scorso anno è stato costretto ad accontentarsi del secondo posto alle spalle di Robert Kubica, questa volta vuole la rivincita. Non sarà il polacco l’uomo da battere, perché assente alla corsa, bensì il belga Thierry Neuville, reduce dal sesto posto nel Mondiale. E’ proprio il portacolori della Hyundai i20 WRC il diretto avversario del nove volte iridato. Vietato poi scordarsi degli specialisti, uno su tutti Piero Longhi, al via anche lui con la Fiesta WRC, così come Alex Perico.

Oltre a Rossi, da qualche anno il Monza Rally Show ha conquistato anche i motociclisti. Abbiamo visto in azione nelle precedenti edizioni Dovizioso, Iannone, De Angelis, Jorge Lorenzo e Corsi. Questa volta tocca a Romano Fenati fare il proprio debutto su un'auto da rally. Il battesimo è stato rimandato di un anno, dal momento che nel 2014 l’alfiere del Team SkyVR46 fu costretto ad alzare bandiera bianca per l’infortunio alla clavicola: “Da sempre sono un grande appassionato delle quattro ruote – ha spiegato il pilota al termine dello shakedown – bisogna lavorare sulla staccata e la frenata, così come le note. Abbiamo tre giorni di tempo, faremo del nostro meglio”.

A chiudere il plotone dei motociclisti Tony Cairoli, alla terza partecipazione alla kermesse brianzola. A EICMA il siciliano ha svelato la Citroen DS3 che porterà in pista: “E’ sempre affascinante essere al via di questa corsa – ha affermato l’alfiere KTM – rispetto alla precedenti edizioni ho compiuto qualche passo avanti. Proverò a insidiare Valentino, anche se non sarà facile, dato che lui ha grande esperienza”.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti