Tu sei qui

MotoGP, Pirro: felice di confrontarmi con Stoner

"La Ducati con nuove gomme ed elettroniche è come una ragazza che devi inziare a corteggiare"

Oggi in Ducati tutti gli occhi erano per Michele Pirro, attorniato da uno stuolo di tecnici, capitanati da Gigi Dall’Igna, nel box a Jerez. Un segno tangibile che il lavoro sull’elettronica portato avanti dal collaudatore è di grande importanza per il futuro. Il pugliese non si tira certo indietro ed è ben felice di sapere che avrà Stoner come compagno il prossimo anno.

L’arrivo di Casey è molto positivo, è uno dei piloti più forti del mondo e l’unico ad avere vinto un Mondiale in MotoGP con la Ducati”, dice.

Sei contento della scelta…

Mi sembra giusto avere approfittato dell’occasione per ingaggiarlo. Sono anche contento per me perché potrò confrontarmi con lui. Non penso sarà tutto facile per Casey, non guida da molti anni una Ducati e ora ci sono le Michelin”.

Oltre alla nuova elettronica…

Rispetto alla precedente limita parecchio, anche se senti la moto più in mano. E’ da poco che la stiamo provando ma ho già riscontrato parecchi miglioramenti. Arrivare al livello della vecchia sarà impossibile, ma penso che ci avvicineremo molto. I campi di intervento sono minori”.

Quali sono i problemi attuali?

Per un giro singolo va già bene, per esprimere un parere sulla costanza è ancora presto. La connessione tra gas ed erogazione della potenza è migliorabile, come l’anti-impennamento”.

E delle gomme cosa pensi?

Non ci siamo concentrati tanto su quel punto oggi, solo qualche lavoro di assetto per adattarsi alle Michelin. Però non ho trovato al posteriore lo stesso grip di Valencia”.

Gomme ed elettronica nuove, com’è la Ducati adesso?

“E’ come uscire con una nuova ragazza. La prima sera la porti a cena, la seconda la baci e la terza speri di andare più in là (ride)”.

 

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti