Tu sei qui

Moto3, Valencia: Bastianini sulla Honda 2016

I TEMPI. Anche Navarro sulla nuova moto. Zarco il più veloce in Motoe nei test

Sono terminati i test di Moto2 e Moto3 a Valencia e il meteo ha permesso hai piloti di sfruttare al meglio l’ultima delle due giornate in programma.

La novità più grande è stata la presenza in pista della Honda Moto3 2016, affidata a Enea Bastianini e Jorge Navarro. I due, per volere della HRC, non avevano il trasponder per la registrazione dei tempi, ma i riferimenti ufficiosi dicono che il pilota del team Gresini (che ha portato a termine 117 giri) è stato in linea con i migliori, anzi anche più veloce.

Nella classifica ufficiale comanda la KTM di Brad Binder, autore di 1’39”607 con 94 giri all'attivo nella giornata. Alle sue spalle c’è il debuttante Aron Canet (a 0”145), che arriva dal CEV e farà coppia con Navarro nel team Estrella Gallcia. Terzo tempo per un’altra Honda, quella di Niccolò Antonelli che si è fermato a 0”186 dal migliore riferimento e ha preceduto l’altro rookie Bo Bendsneyder e il compagno di squadra Jules Danilo.

Come ieri, in Moto2, il più veloce è stato il campione del mondo in carica Johann Zarco, capace di fermare il cronometro sul tempo di 1’34”489. Il francese ha preceduto la coppia tedesca del team Intact formata da Sandro Cortes e Jonas Folger, rispettivamente a 0”2014 e 0”315.

Quarto posto per un altro tedesco, Marcel Schrotter, che ha a sua volta preceduto Sam Lowes,. Il britannico ha portato a termine ben 103 giri (dopo i 130 di ieri) lasciandosi alle spalle Julian Simon (Speed Up), Alex Pons (Kalex) e Xavier Simeon (Speed Up).

Sulla moto italiana anche Simone Corsi (9° a 1”042) davanti a Vierge, Techer el debuttante Isaac Vinales (sulla Mistral di Tech3).

I COMMENTI DEI PILOTI:

Enea Bastianini: “sono stati due giorni di test molto importanti, nei quali abbiamo potuto provare le novità tecniche approntate da HRC per la stagione 2016: sono soddisfatto perché abbiamo lavorato su tutte le aree della moto, trovando diverse soluzioni di ciclistica che funzionano bene, sia sul fronte della velocità sul giro secco sia per quanto riguarda il passo gara. Oggi nel secondo giorno di test abbiamo perciò continuato ad utilizzarle con buoni riscontri. A fine giornata ho anche montato la gomma morbida, ottenendo un bel tempo sul giro, perciò posso essere soddisfatto di come abbiamo chiuso le ultime prove prima della pausa invernale. Ad essere sincero mi dispiace un po’ dover rimanere fermo, perché mi diverto sempre molto ad andare in moto! In ogni caso un po’ di riposo è necessario, anche se spero che febbraio arrivi in fretta per risalire in sella”.

Sam Lowes: sono veramente contento perché in questi due giorni ho lavorato molto con le gomme da gara, mentre molti altri piloti hanno sfruttato di più la gomma morbida. Sono stato decisamente più veloce rispetto al miglior giro che avevo ottenuto durante il Gran Premio, poco più di una settimana fa: è una bella iniezione di fiducia con cui iniziare la pausa invernale. Mi sono trovato subito benissimo sia con la moto che con il team e sono soddisfatto del lavoro svolto finora: sono talmente fiducioso che vorrei che il Gran Premio del Qatar fosse in programma la settimana prossima”.

I TEMPI


Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti