Tu sei qui

Ducati XDiavel: Cruiser all'italiana

Motore Testastretta DVT 1262, piattaforma inerziale e 3 personalizzazioni

Ducati XDiavel: Cruiser all'italiana

Ducati continua nella sua evoluzione e nello sbarco in altri mondi. Una politica che negli ultimi anni, ha identificato il marchio di Borgo Panigale come sempre più eterogeneo, internazionale e variegato.

Non più solo sportive, ma tutta una gamma in grado di mantenere però, al contempo, la filosofia bolognese. Come a dire, si fanno le cose, ma alla propria maniera. Un passaggio importante questo, perchè nutre la stessa essenza a partire dal nome. Ecco, proprio quel bolognese Diavel diviene XDiavel, sbarcarndo nel mondo Cruiser. Chi pensa che si tratti di una semplice modifica estetica ha sbagliato strada, la XDiavel vive di animo proprio.

In Ducati è stata definita low speed excitement, dove l'andatura a bassa velocità e le pedane avanzate risultano tipiche, ma che non sacrificano in questo caso la guida veloce e sportiva. La soluzione tecnica quindi non poteva che essere una: il motore Testastretta a fasatura variabile DVT 1262. Ma andiamo con ordine.

Il bicilindrico Ducati dell’XDiavel ha una cilindrata di 1262 cm3 con misure caratteristiche di alesaggio e corsa di 106 x 71.5 mm (contro i 106 x 67,9 mm del Testastretta DVT 1200). 156 i cavalli di questa Cruiser ed un valore di coppia massima pari a 13.1 kgm. Già a 2.100 giri il propulsore garantisce una coppia superiore ai 10 kgm, il tutto con un'erogazione piatta ma corposa. Questo grazie all'ultimo step del Testastretta, con cilindrata aumentata e utilizzo edl sistema DVT (Desmodromic Variable Timing) per cercare di mantenere omogeneità e corposità nel'erogazione, fluidità ai bassi regimi e prestazioni da sportiva quando si apre il gas. Riposizionata anche la pompa dell'acqua all'interno della V dei cilindri. Ed in tema di motore e trasmissione, la XDiavel è la prima moto di Borgo Panigale ad utilizzare una trasmissione finale a cinghia. Non poteva essere altrimenti per una moto Cruiser.

Tradizione quindi da un lato, ma innovazione dall'altro, con la piattaforma inerziale IMU di casa Bosh che misura dinamicamente gli angoli di rollio e beccheggio, oltre che le velocità relative alle variazioni di assetto. Un sistema che, come oramai di consuetudine si lega al già collaudato Traction Control, ai Riding Mode, all'ABS Cornering, al Cruise control e all'ultimo arrivatao, il Ducati Power Launch. Si tratta di un sistema di partenza lanciata, che sfrutta tre modalità di intervento, attivabile con un tasto ddicato sul commutatore destro. Per preservare la frizione, il sistema sfrutta un algoritmo che permette solo un numero limitato di partenze consecutive.

Tecnica da un lato, stile e design dall'altro. Se la Diavel era già particolare e unica, ora la XDiavel lo è ancor di più, affinandosi al mondo Cruiser. Ancor più estrema nelle proporzioni, l'XDiavel è stata volutamente disegnata "per elementi".

Telaio corto e immediatamente riconoscibile come classico traliccio Ducati. Serbatoio in acciaio a goccia con richiamo Cruiser, ma comunque con il DNA di Borgo Panigale. Proiettore che offre una reinterpretazione in chiave moderna del classico faro naked. Codino cortissimo come quasi tradizione, e forcellone monobraccio, senza dimenticare le ruote a razze.

D'altro canto, anche la posizione di guida risulta essere - in una parola - tipica. Un'ergonomia modulare in modo tale che ogni cliente riuscisse a cucirsi la moto. Pedane regolabili quindi, su tre posizioni (+/- 22,5 mm rispetto a quella standard). Inoltre, per chi predilige una posizione di guida più sportiva, sarà a disposizione un kit

“pedane centrali” Ducati Performance, in vendita come optional.

Quando è stato progettato il manubrio, invece, è stato studiato un giro cavi che permettesse la sostituzione rapida di quello di serie con uno a impugnatura avanzata (+ 25 mm) o arretrata (- 25 mm) di Ducati Performance. Regolabile anche la sella con altezza da terra pari a  755 mm, Ducati Performance offre una opzione più alta (+ 20 mm), una più bassa (- 10 mm), una più larga e confortevole  ed una premium, di disegno esclusivo e materiale speciale.

Infine, per offrire maggior comfort al passeggero, oltre alla sella di serie è disponibile come accessorio Ducati Performance una sella comfort e uno schienalino posteriore

Come accennato prima, telaio in traliccio in tubi d'acciaio per la XDiavel, attaccato al motore in corrispondenza delle teste dei due cilindri, cosi come il telaietto posteriore in alluminio fuso in conchiglia.

L’interasse dell’XDiavel è pari a 1.615 mm ma, grazie a quote ciclistiche agili e alla possibilità di raggiungere angoli di piega massimi pari a 40°, nel misto garantisce prestazioni da vera Ducati. Capitolo sospensioni: Marzocchi da 50 mm completamente regolabili nel freno idraulico in compressione ed estensione e nel precarico molla.

Inclinazione di sterzo di 30 gradi, avancorsa di 130 mm, mentre al posteriore ecco il mono ammortizzatore Sachs regolabile in precarico molla ed estensione con serbatoio separato.

Per i freni, si è puntato a Brembo, con pinze monoblocco radiali M4 32 con pompa freno radiale PR18/19 e dischi flottanti da 320 mm.

Al posteriore disco da 265 mm di diametro frenato da pinza a due pistoncini PF 30/32.

Principali dotazioni di serie

XDiavel S

• Colorazioni

o Thrilling Black con banda nero opaco e filetto rosso, telaio Mineral Grey e ruote nero

lucido

• Dotazioni

o Motore Ducati Testastretta DVT 1262

o Inertial Measurement Unit (IMU) Bosch

o Impianto frenante Bosch-Brembo ABS 9.1MP Cornering

o Pinze freno anteriori Brembo M50

o Sospensioni regolabili

o Forcella con riporto DLC sui foderi

o Riding Mode (Sport, Touring, Urban)

o Ducati Traction Control (DTC)

o Ducati Power Launch (DPL)

o Electronic Cruise Control

o Luci anteriori e posteriori full LED

o Faro anteriore con DRL

o Cruscotto con schermo TFT

o Modulo Bluetooth per sistema infotainment

o Sella con rivestimento speciale

o Piastre telaio laterali forgiate e con lavorazioni a vista

o Forcellone anodizzato naturale e spazzolato

o Cerchi a 12 razze con lavorazioni a vista

o Motore nero lucido

o Cartelle copricinghia in alluminio con lavorazioni a vista

o Specchi retrovisori in alluminio ricavati dal pieno

Pacchetti di personalizzazione

• Sport Pack: manubrio avanzato, borchie per manubrio, tappo serbatoio carburante e set di cerchi in alluminio forgiato.

• Touring Pack: sella comfort passeggero, poggiaschiena posteriore per passeggero, borsa da serbatoio magnetica e parabrezza in plexiglass trasparente.

• Urban Pack: cover per serbatoio fluido freno posteriore, pedalini poggiapiedi in alluminio dal pieno, tappi telaio in alluminio dal pieno, contrappesi manubrio in alluminio dal pieno, cover per serbatoi fluidi freno e frizione, cover frizione in alluminio dal pieno, coperchio ispezione fase e cupolino Roadster.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti