Tu sei qui

MotoGP, La Ducati rimane a secco di vittorie

Iannone: "bisogna rischiare per gli obiettivi importanti". Dall'Igna: "unico errore della stagione"

Non è stata fortunata la Ducati a Valencia. Andrea Iannone è stato costretto al ritiro a causa di una caduta nel corso del terzo giro. Andrea Dovizioso ha chiuso in settima posizione e il suo compagno di squadra Michele Pirro, iscritto come wild-card alla gara spagnola, ha terminato la gara al dodicesimo posto.

Così alla fine il più giovane degli Andrea non è riuscito a difendere il suo quarto posto ed è scivolato in quinta posizione, mentre Dovizioso è settimo con la Ducati terza nel mondiale costruttori e squadre.

“La mia gara è iniziata bene, con una buona partenza, ed ho cercato di spingere il più possibile non avendo niente da perdere - ha spiegato Iannone - Ho provato a stare con i migliori e stavo seguendo Pedrosa, che aveva un ottimo ritmo. Purtroppo ho commesso un errore e sono scivolato, però a volte bisogna essere pronti a rischiare tutto per provare a raggiungere un obiettivo importante. Voglio ringraziare tutta la mia squadra per quest’anno fantastico, e la Ducati e tutti i ragazzi a Bologna per il supporto che ho avuto da quando sono arrivato nel team ufficiale. Sono molto contento del risultato finale anche se abbiamo perso il quarto posto a cui tenevamo tanto, e sono certo che il prossimo anno saremo pronti per lottare alla grande”.

“Ovviamente non posso essere soddisfatto del risultato di oggi, perché non sto guidando come vorrei e non riesco a tirar fuori tutto il potenziale dalla mia moto - gli ha fatto eco Dovizioso - Alcune caratteristiche della GP15 mi rendono difficile fare la differenza, e quindi spero che riusciremo a fare le modifiche giuste il prossimo anno, sfruttando anche i cambiamenti di regolamento che ci saranno nella prossima stagione”.

Deluso anche il tester della casa bolognese, Michele Pirro.

“Alla fine sono un po’ deluso perché ho guidato bene soprattutto all’inizio, ma poi ho fatto un po’ più di fatica ed  ho perso contatto dal secondo gruppo in cui c’era anche Dovizioso. Ho cercato comunque di fare del mio meglio e di portare indicazioni utili alla squadra, anche se era l’ultima volta che usavamo le Bridgestone. Da martedì ricominciamo a lavorare per cercare di rendere la Desmosedici ancora più competitiva il prossimo anno”.

“Il campionato si è concluso con una gara in cui non abbiamo ottenuto i risultati che ci aspettavamo - ha concluso Gigi Dall’Igna, Direttore Generale di Ducati Corse - Mi dispiace molto per Iannone, che oggi ha fatto l’unico errore di tutta la sua stagione, ma devo dire che ha comunque disputato un campionato straordinario. Dovizioso è stato un po’ in difficoltà nelle ultime gare, ma ha comunque portato la GP15 cinque volte sul podio quest’anno. Ora cominciamo subito a lavorare per il 2016 con i due giorni di test in programma qui a Valencia martedì e mercoledì prossimo”.

 

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti