Tu sei qui

MotoGP, Lorenzo: devo solo essere me stesso

"Oggi la tensione mi aiutare a dare di più, domani dovrò essere concentrato solo su me stesso"

Jorge Lorenzo è stato molto veloce in pista, ma ancora di più nella foto al termine della conferenza stampa a causa… di un bisogno improcrastinabile. Difficile però fare meglio che in qualifica, quando ha rifilato mezzo secondo a uno specialista del giro secco come Marquez.

Jorge, è stato un giro perfetto?

Direi di sì. Penso anche al passato, quando c’erano ancora le gomme da qualifica, avevo fatto dei bei giri ma come questo mai. Sarebbe difficilissimo da ripetere, anche se ci provassi 100 volte”.

Meglio non poteva andare…

L’obiettivo era la prima fila, per riuscire a stare fuori dai guai in partenza, non mi aspettavo la pole position. Dopo avere visto il tempo di Marc pensavo di andargli vicino, ma a volte ci sono delle belle sorprese, come oggi. La prima missione è compiuta, ma la più importante sarà domani. Dovrò rimanere concentrato e non fare errori”.

Non hai sentito la tensione?

Gestirla non è stato semplice, a volte ti rende più debole e a volte più forte”.

E domani?

Oggi la pressione mi ha aiutato a dare di più nel momento più importante. Quando ero più giovane a volte mi ha fatto andare più piano, ma l’esperienza aiuta in questo senso”.

Come dormirai questa notte?

Magari qualche pillola mi aiuterà (ride) In verità in questi giorni mi sto svegliando più presto del solito, magari ho ancora un po’ di jet lag”.

In gara il tuo team di segnalerà sempre la posizione di Rossi?

Non ne abbiamo ancora parlato. Penso che nei primi giri dovrò avere la mente libera, da metà gara in poi invece potrà essere un bene sapere dov’è Valentino. Alla fine, la migliore strategia sarà essere il più veloce possibile”.

Pensi che Rossi possa ancora vincere il Mondiale?

Ha 7 punti di vantaggio e in una gara di MotoGP può succedere di tutto, potrei anche non arrivare al traguardo. Credo che per lui sarà difficile risalire oltre al 4° posto, anche se non impossibile”.

Quanti rischi sei disposto a prendere?

Devo solo essere me stesso, per ogni curva e per ogni giro, né più né meno. Devo rimanere concentrato solo su me stesso o sono perduto, di certo non mi aspetto aiuti da nessuno”.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti