Tu sei qui

MotoGP, FP1: Irrompe Marquez, 2° Lorenzo, 5° Rossi

L'alfiere Honda mette tutti in riga seguito da Lorenzo, Dovizioso davanti a Valentino

Nel duello tutto Yamaha tra Valentino Rossi e Jorge Lorenzo ci ha pensato Marc Marquez a prendersi i riflettori della mattinata di Valencia. Lo spagnolo ha voluto aspettare il finale di sessione per piazzare la zampata che gli ha regalato il miglior riferimento, grazie al tempo di 1’31”250. Nonostante sia solo la FP1, l’alfiere Honda risulta soltanto quattro decimi più lento rispetto alla pole dello scorso anno firmata da Rossi.

Marquez a parte, il primo round tra Jorge e Valentino è andato ad appannaggio di Lorenzo (+0.184), il quale ha mandato in archivio il turno con meno di due decimi dal connazionale. L’alfiere Yamaha ha da subito trovato il giusto setting con la propria moto sulla pista spagnola, tanto da risultare il più veloce fino a pochi minuti dal termine.

È costretto invece a rincorrere Valentino Rossi (+0.415), che all’ultimo appuntamento della stagione si presenta con sette lunghezze di vantaggio sul compagno di squadra. Il Dottore ha provato entrambe le moto a disposizione, accusando però quasi mezzo secondo dal campione in carica della classe regina. Il pesarese sembra soffrire particolarmente nell’ultimo settore della pista, dove lascia per strada ben tre decimi, tanto da concludere con il quinto tempo.

Meglio di lui ha fatto Daniel Pedrosa (+0.303), autore del terzo crono. L’alfiere Honda punta a concludere in bellezza davanti al proprio pubblico di casa, tallonando da vicino Jorge Lorenzo. Alle sue spalle Andrea Dovizioso con la prima delle Ducati che monta posteriore soft, accusando solo 89 millesimi di distacco. Si aspettava qualcosa in più nel finale con la morbida il forlivese, ma alla fine la direzione intrapresa è quella giusta. L’altra Rossa di Borgo Panigale, quella di Andrea Iannone (+0.942), è invece chiamata a rincorrere con un ritardo dalla vetta che sfiora il secondo, accontentandosi del settimo tempo alle spalle della Yamaha Tech 3 di Pol Espargaro (+0.642). Il pilota di Vasto ha accusato scarso grip, in particolare nell’ingresso in curva.

Nella top ten si inserisce anche Cal Crutchlow (8°, +1.010) seguito dalla Suzuki di Aleix Espargaro. Sfortunato il compagno di squadra Maverick Viñales, finito a terra nei primi minuti con gomma soft senza però riportare conseguenze. Costretti ad inseguire Petrucci e Pirro, rispettivamente 12° e 13°. Fuori dai primi venti Loris Baz, che a Valencia sogna il titolo nella categoria Open.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti