Tu sei qui

MotoGP, Gran Premio di Valencia, la festa mancata

Nessuna celebrazione in Spagna, dove le cancellazioni degli eventi sono all'ordine del giorno

Il Gran Premio di Valencia sarà ricordato come quello delle cancellazioni. Praticamente sono rimasti salvi solo gli orari di prove, qualifiche e gare, il resto è sparito. L’ultimo appuntamento della stagione era sempre stato vissuto come una festa, l’ultimo giorno di scuola. L’esame finale, vinti e vincitori, e poi la tensione si scioglie.

Il tempo passato è d’obbligo, perché il clima non consente celebrazioni. Prima è stata la Dorna a fare scomparire la conferenza stampa della vigilia. Troppo rischioso mettere vicini Rossi, Lorenzo e Marquez. Come a scuola, hanno spostato di banco i cattivi, sperando che la distanza calmi gli animi. Lontani dagli occhi, lontani dal cuore.

Poi c’è Yamaha, che si aspettava di festeggiare una stagione trionfale e invece si è trovata con infinite gatte da pelare. Ha iniziato lo sponsor Movistar, che aveva preparato una grande festa di fine anno, del resto la tripletta dei titolo piloti, costruttori e team non è una cosa che accada sempre. I palloncini rimarranno sgonfi e i bicchieri vuoti, basta l’imbarazzo della situazione venutasi a creare, il party sarebbe sembrato il funerale.

Sabato, anche Yamaha avrebbe voluto celebrare i suoi 60 anni. Erano già stati convocati tutti i campioni del present e del passato: non si farà. Lin Jarvis, in una nota, ha scritto: “Yamaha vuole concentrare tutti i propri sforzi per garantire il pieno supporto sia a Valentino Rossi che a Jorge Lorenzo che si stanno sfidando nella gara finale del 2015 per determinare chi sarà il campione del mondo MotoGP”.

Va bene così, siamo disposti a credergli, ma anche due settimane fa, quando tutto è stato organizzato, si sapeva che il match point sarebbe stato a Valencia.

Inutile recriminare, sono solo gli effetti di una causa precisa, il meccanicismo dello scontro. Non ci sarà nessuna festa, speriamo che almeno lo spettacolo - corretto - in pista non manchi.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti