Tu sei qui

MotoGP, La Yamaha sfuma i toni fra Rossi e Lorenzo

Valentino non ama Valencia che gli ricorda il 2006. Lorenzo a caccia del 5° titolo e della 7a vittoria

Con appena sette punti che separano Valentino Rossi e Jorge Lorenzo la Yamaha sarebbe comunque arrivata a Valencia con un certo nervosismo.

I fatti di Sepang hanno sicuramente esacerbato gli animi, ma magari una volta in pista tutto il motomondiale riuscirà a ritrovare la sua dimensione.

Rossi, che a Valencia ha la possibilità di vincere il suo decimo titolo affronta quella che sicuramente non è la sua tappa preferita del calendario della MotoGP. Negli anni scorsi comunque si è assicurato due vittorie in MotoGP nel 2003 e 2004, tre secondi posti nel 2002, 2009 e 2014, e tre terzi posti nel 2005, 2008 e 2010.

Il compagno di squadra Lorenzo del resto potrebbe vincendo il suo settimo Gran Premio della stagione aggiudicarsi il quinto titolo iridato, il terzo nella classe regina. Jorge ha vinto a Valencia nel 2010 e 2013 e ha conquistato un terzo posto nel 2009.

"Sarà un weekend molto intenso e anche molto importante - ha sottolineato Rossi nel comunicato della Yamaha - Voglio pensare solo a cosa accadrà in pista. Il mio obiettivo è quello di lavorare al meglio delle mie capacità con la mia squadra e sfruttare ogni sessione per arrivare alla gara di Domenica con tutto quello di cui ho bisogno per esprimere me stesso nel miglior modo possibile. Sto ancora aspettando la decisione del CAS, ma spero di poter fare un GP normale per combattere e lottare per il titolo ad armi pari con Jorge. A Valencia ci saranno così tanti tifosi e sono contento per questo. Cercherò di fare del mio meglio in pista".

"Siamo arrivati ??a Valencia, dopo una stagione molto intensa ed emozionante. In Malesia abbiamo ottenuto un buon risultato e abbiamo recuperato altri punti in campionato - ha ricordato Jorge Lorenzo - ma non penserò al passato per rimanere concentrato su ciò che accadrà a Cheste, dove c'è molto in gioco. Spero che i tifosi ci sosterranno nella gara di casa e che avremo un buo Gran Premio. Quest'anno ho vinto le precedenti tre gare che si sono svolte in Spagna e fare bene a Valencia sarebbe sorprendente. Ho sempre notato il calore dei tifosi e sono sicuro che a Valencia potremo godere di un grande spettacolo. Darò tutto in pista per ottenere questo quinto titolo".

Tutto dimenticato dunque?

No, queste sono solo le solite frasi di circostanza dei comunicati e ormai sappiamo che i piloti sanno essere molto più diretti.

Parte della pressione comunque si scaricherà sulla squadra che ha già anticipato che a Valencia non ci sarà alcun cambiamento radicale nell'organizzazione.

"La fine della stagione si avvicina rapidamente, mentre ci dirigiamo a Valencia per l'ultima gara - ha detto il team manager Maio Meregalli - Questo fine settimana sarà molto importante per la Yamaha che quest'anno si è aggiudicata l a'Triple Crown'. Sia Vale che Jorge sono in ottima forma e siamo sicuri che daranno il loro massimo come fanno sempre. Durante l'intera stagione la squadra e i piloti hanno fatto un ottimo lavoro e siamo motivati ??a lavorare sodo per dare il massimo anche nell'ultima gara. Vogliamo chiudere la stagione nel migliore dei modi".

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti