Tu sei qui

MotoGP, Iannone: obiettivo battere Pedrosa

Andrea si gioca il 4° posto nel Mondiale. Dovi vuole ritrovare fiducia, in gara anche il tester Pirro

La stagione MotoGP sta arrivando al suo termine, non nel modo in cui si immaginava, ma resta il fatto che Valencia sarà l’ultima gara dell'anno. In pista si deciderà il vincitore del Mondiale ma non solo. Perché non tutto ruota intorno a Rossi-Marquez-Lorenzo e ci sono altre battaglie che si combatteranno.

Una la affronterà Andrea Iannone che è in corsa per il 4° posto in campionato. Prima del GP di Malesia, il risultato sembrava essere già in cassaforte per il pilota della Ducati ma lo stop causato da un sasso e la vittoria di Pedrosa hanno capovolto la classifica. Ora l’italiano ha due punti di svantaggio sul pilota della Honda e una sola gara per recuperarli.

Quella di Valencia è una pista favorevole per noi: lo scorso anno con la GP14 sono stato al comando della gara per i primi dieci giri e poi sono rimasto nelle posizioni di testa per altri cinque giri, e quindi conto di poter lottare con i primi anche quest’anno - ricorda i precedenti - Credo che la GP15 abbia un buon potenziale a Valencia e io proverò a colmare il distacco di due punti che mi separa da Pedrosa. Per me è molto importante arrivare al quarto posto in campionato e quindi farò la mia gara su Dani, cercando di arrivare davanti a lui.

Non ha obbiettivi di classifica Dovizioso, che spera solo di terminare nel migliore dei modi la stagione dopo le difficoltà delle ultime gare. Dopo un inizio anno da incorniciare, il forlivese ha perso fiducia con la GP15. Moto e pilota non si danno più del ‘tu’ ed è importante recuperare il vecchio rapporto.

Andiamo a Valencia con la ferma intenzione di ottenere un buon risultato, anche se non sarà facile perché da alcune gare il mio feeling con la GP15 non è lo stesso della prima parte della stagione. Io comunque darò il massimo come sempre, perché vorrei finire questa stagione nel migliore dei modi”, promette.

A Valencia sarà anche in pista come wild card il collaudatore Michele Pirro. Per lui gli imperativi sono raccogliere informazioni e divertirsi. A Misano aveva impressionato in qualifica, ma la dea bendata gli aveva voltato le spalle in gara.“

"Sono contento di partecipare all’ultima gara della stagione MotoGP a Valencia, perché per me è molto importante poter confermare i progressi della GP15 e le prestazioni che ho ottenuto, purtroppo solo in prova, a Misano - le parole del pugliese - Mi piacerebbe quindi riuscire a riscattare la sfortuna che ho avuto nel GP di San Marino e sono fiducioso di poter fare un buon weekend”.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti