Tu sei qui

MotoGP, KTM: ottimisti dopo il primo test della RC16

Nessun guasto nei primi 3 giorni di prove, altro test prima della fine dell'anno con Kallio

KTM: ottimisti dopo il primo test della RC16

Quindici mesi fa KTM aveva dato l’annuncio del suo ingresso in MotoGP e oggi la sua moto è già una realtà. Il primo prototipo della RC16 è sceso in pista per tre giorni di test al Red Bull Ring (ne avevamo parlato QUI). E’ stato Alex Hofmann a guidare per la prima volta la moto austriaca, ricavando sensazioni positive e senza nessun guasto durante le prove.

Dopo questo debutto, i tecnici di KTM proseguiranno nello sviluppo del prototipo e un altro test in circuito è previsto prima della fine dell’anno. In quell’occasione, Hofmann sarà affiancato da Mika Kallio, collaudatore ufficiale per il progetto MotoGP.

Pit Beirer (Motorsport Director) ha commentato: “giovedì è stata un momento molto emozionante, non solo per me ma anche per l’azienda, e credo anche per molti tifosi della KTM in Austria e nel mondo. Questa è una cosa importante, tanto quando la prima volta in pista e e i tempi sul giro. Un grande grazie ad Alex Hofmann e all’intera squadra per le eccellenti prestazioni. Le informazioni raccolte e il fatto che siamo stati in grado di compiere molti giri senza problemi ci danno molte motivazioni per i prossimi passi in questo lungo viaggio che ci porterà ad entrare in MotoGP nel 2017.

Alex Hofmann sulla KTM MotoGPSebastian Risse (Techincal Director Onroad) ha aggiunto: “c’era naturalmente un insieme di tensione e pressione sulla squadra e il debutto in pista è stato fatto in anticipo e più in grande di quanto preventivato. Il fatto che sia andato tutto liscio e i dati che abbiamo raccolto ci rendono molto ottimisti sui futuri sviluppi della RC16. Siamo ancora lontani dal progetto definitivo, ma questi tre giorni sono stati molto positivi e ci hanno insegnato molto”.

Alex Hofmann si è dimostrato entusiata: “cosa dovrei dire? I miei complimenti per quello che KTM è già riuscita a fare i pochissimo tempo. Penso che lo si possa capire non solo dalla mia espressione, ma anche da quella di tutte le persone che hanno lavorato con entusiasmo e professionalità”.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti