Tu sei qui

SBK, Sykes: la nuova Kawasaki è più 'facile'

"Confidenza immediata col mezzo e tempi costanti. Stiamo tornando nella giusta direzione"

Il team ufficiale Kawasaki SBK ha concluso i primi tre giorni di test invernali ad Aragon, dove Tom Sykes (Jonathan Rea era assente giustificato per assistere alla nascita del secondogenito) ha fatto muovere i primi passi alla ZX-10R in configurazione 2016 presentata a Barcellona a inizio ottobre. In altre parole la Casa di Akashi, che quest’anno ha vinto il titolo Piloti e Costruttori con 18 successi complessivi in gara, non ha intenzione di adagiarsi sugli allori.

“Stiamo tornando nella giusta direzione – ha commentato Sykes, che ha percorso 139 giri in tre giorni – Abbiamo ‘sgrezzato' i problemi principali e ci siamo fatti un’idea nei primi due giorni, e ieri, con pista soleggiata da inizio a fine giornata, ci siamo messi a testa bassa a lavorare sull’intero libro dei trucchi. La squadra ha fatto gli straordinari, sostituendo componenti tutto il giorno e permettendomi di passare il maggior tempo possibile in pista”.

I primi responsi hanno soddisfatto Sykes, che nella stagione appena conclusa ha subito il confronto con il nuovo compagno di squadra.

“Il comportamento della moto durante questi test è stato incoraggiante – ha aggiunto – I tempi sul giro sono stati molto costanti, ed è stato più facile prendere confidenza con il mezzo rispetto al passato. Siamo ancora agli inizi, ma si è sicuramente trattato di un ottimo inizio del nostro programma invernale”.

“Nella giornata di ieri abbiamo completato circa la metà del nostro programma per la off-season – ha commentato Marcel Duinker, capotecnico di SykesDopo tre o quattro uscite sapevamo già che direzione prendere. Tom non ha fatto un ‘time attack’ ma ha girato in 1’50.6 (1’50.8 il suo best in gara ad aprile, ndr) con gomme fresche, ripetendo quel riferimento diverse volte”.

La squadra ora si dirigerà a Jerez, dove verrà raggiunta da Rea per cercare conferme il 3 e 4 novembre.

“Probabilmente ci concentreremo esclusivamente sul materiale 2016 – ha dichiarato l’ingegnere Ichiro YodaStiamo aspettando alcuni aggiornamenti. Dopo questo primo test, sembra che il rendimento del motore, soprattutto in accelerazione, sia migliorato, così come la stabilità in frenata”.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti