Tu sei qui

SBK, Test, Davies: la direzione è giusta

Il gallese in pista ad Aragon: "Molto lavoro su elettronica e freno motore, la moto è più stabile"

Il 2016, per alcuni, è già iniziato. Stiamo parlando del team Ducati SBK, in pista per due giorni ad Aragon insieme a Kawasaki (solo con Sykes, con Rea esentato per assistere alla nascita del secondogenito) per provare la versione “embrionale” della Panigale con la quale Chaz Davies e Davide Giugliano disputeranno il prossimo campionato. In attesa del pieno recupero del romano – che ha cominciato riabilitazione e preparazione dopo essersi tolto il busto contenitivo e dovrebbe tornare in pista entro fine mese – il gallese si è fatto carico di tutto il lavoro, anche se il meteo ha di fatto ridotto il tempo a disposizione in pista nel primo giorno.

“È stata una giornata molto impegnativa oggi ma anche positiva – ha commentato il gallese, che ha completato un centinaio di giri con tempi in linea con quelli della gara dello scorso aprile, che ha sancito la prima vittoria mondiale della 1199 – Abbiamo lavorato molto con la nuova elettronica e specialmente con il freno motore che per me è molto importante. Gli aggiornamenti introdotti per il 2016 hanno avuto effetti positivi ed alla fine la moto è risultata molto stabile, specialmente all’anteriore”.

La cosa più importante, in ogni caso, è che la strada imboccata sia quella giusta. Per gli affinamenti, c’è tempo fino a febbraio.

“Abbiamo fatto anche una comparativa interessante tra il setting della gara fatta qui ad aprile, quello di fine stagione e la versione 2016. Si è sempre confermato il trend positivo sia in termini di feeling sulla moto che di tempi sul giro, aspetto molto importante che conferma la giusta direzione che abbiamo preso e che ci fa essere fiduciosi per il prossimo anno”.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti