Tu sei qui

MotoGP, Meregalli: è rottura tra Rossi e Lorenzo

Oggi una riunione in Yamaha per preparare il GP di Valencia: "vogliamo parlare con i due piloti"

Iscriviti al nostro canale YouTube

Eravamo in Germania a luglio, il Team Director di Yamaha Massimo Meregalli era sulla nostra GPOneCar a parlare del rapporto fra Rossi e Lorenzo. La stagione era solo al suo giro di boa, ma la sensazione era che quei due si sarebbero giocati il titolo fino all’ultimo. “Momenti tesi non ne abbiamo avuti - affermava - Entrambi vogliono vincere ma hanno una grande rispetto l’uno per l’altro. Quando succederà qualcosa saremo pronti a gestire la situazione nel migliore dei modi”.

Pochi mesi dopo, quel momento è arrivato. Dopo il Gp di Sepang, Jorge ha dichiarato di “avere perso il rispetto per Valentino”, il diretto interessato ha ribattuto: “me ne farò una ragione”. Manca solo una gara per decidere il titolo e nel box di Yamaha il clima sarà a dir poco rovente.

Per questo oggi, a Gerno di Lesmo, ci sarà una riunione tra i vertici del team giapponese per prepararsi al peggio nel weekend spagnolo. «C’è un po’ di casino ora e non solo per l’incidente in sé», ha dichiarato Maio in un’intervista uscita oggi sul Corriere dello Sport. Facile credergli, perché dopo la gara in Malesia il maiorchino si era scagliato contro il compagno di squadra chiedendo una pena più severa e aveva ricevuto una tirata di orecchie da Jarvis: “né io né lui abbiamo possiamo esprimere giudizi”.

A Valencia bisognerà riuscire a metterli intorno a un tavolo. “Vogliamo parlare con loro - ha detto il team director di Yamaha - è indubbio che qualcosa si è rotto. Non è che prima si amassero, ma lavorano insieme nello stesso box, anche se ognuno con la sua squadra”.

Ora sono tornati i fantasmi del passato, i ricordi del muro e gli scontri interni. L’idillio è scomparso dopo tutto quello che è accaduto domenica.

E dire che Meregalli aveva previsto che potesse succedere qualcosa tra Rossi e Marquez, ne aveva parlato con Jarvis, il Managing Director, erano stati d’accordo nell’andare ad avvertire la Direzione Gara. “Sabato ci sono andato, ma mi hanno detto che non era il caso di fare niente. Mi è sembrato che non si rendessero conto di quanto era successo”.

Maio aveva ragione e adesso dovrà affrontare una sfida ancora due difficili. C’è solo un pollaio con due galli belli grossi, solo uno potrà spuntarla a Valencia.

Nell'attesa vi riproponiamo il video dell'intervista fatta al Sachsenring a Meregalli.

GUARDA IL VIDEO

 

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti