Tu sei qui

MotoGP, Anche il Codacons è contro Marquez

A questo punto la FIM, per salvare la faccia, dovrebbe quantomeno aprire una inchiesta

Adesso si è svegliato anche il Codacons, che quando c'è da mettere il naso nei casini non manca mai di apparire.

L'ente - Coordinamento delle Associazioni per la Difesa dell'Ambiente e dei Diritti degli Utenti e dei Consumatori - che nei giorni scorsi si era scagliata contro il consumo delle carni rosse lavorate come possibili cause di tumore è passata dai massimi sistemi al motociclismo chiedendo "sanzioni nei confronti  dei piloti Jorge Lorenzo e Marc Marquez per condotta antisportiva".

Lo ha fatto in un esposto presentato alla Federazione motociclistica internazionale (Fim) dopo i fatti di Sepang. "Come è emerso dall'analisi delle immagini i due piloti hanno posto in essere, entrambi, un comportamento antisportivo - afferma il Codacons - diretto a danneggiare un diretto concorrente alla corsa alla conquista del mondiale. Sin dal precedente Gran Premio, tenutosi in terra Australiana, sia al recente Gp della Malesia, Marc Marquez ha posto in essere una condotta diretta a svantaggiare Valentino Rossi, al solo scopo di favorire Jorge Lorenzo. Come tutti hanno potuto vedere Marquez non ha opposto alcuna resistenza al sorpasso di Lorenzo, rendendosi poi partecipe di una condotta aggressiva e provocatoria nei confronti di Rossi, culminata con una testata".

"L'accordo tra i due piloti appare essere lampante - conclude il Codacons - e ciò determina la violazione del codice di condotta stabilito dal circuito, il quale deve essere sanzionato, con la massima sanzione prevista, ciò la sospensione prevista dall'articolo 3.2.1 che equivale alla perdita del diritto di partecipare al campionato, o la esclusione definitiva dalle corse".

FILO DI NOTA- Al di là di quale parte stia la ragione e dalla quale il torto - ognuno in questi giorni si è fatto la propria opinione - siamo di fronte ad un vero e proprio processo indiziario, senza prove. Se infatti la responsabilità di Marquez potrebbe essere facilmente provata grazie all'uso della telemetria (ma guarda il caso la DG non la ha richiesta), il comportamento illecito di Lorenzo deve essere del tutto provato. E quale potrebbe essere: una istigazione a delinquere?

A questo punto una bella inchiesta da parte della FIM dovrebbe essere obbligatoria, secondo la nostra opinione per smacherare ed eventualmente punire i colpevoli. Da qualunque parte siano.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti