Tu sei qui

MotoGP, Iannone: aspettato Rossi? vi fate un film

"Più lento di quanto mi aspettassi". Dovizioso: "credevo di essere più vicino ai migliori a Sepang"

Sarà un’immagine forzata, ma vedere in qualifica prima Marquez dietro a Lorenzo e poi Rossi dietro a Iannone è sembrata una partita Italia contro Spagna. “Se ho dato involontariamente una mano a Valentino sono contento, ma se pensate che sia state intenzionale vi state facendo un film” sottolinea Andrea. Non c’è stato nessun accordo segreto, insomma. Solo una casualità.

“Quando si decidono di usare tre gomme in qualifica i tempi sono molto stretti - spiega - Non l’ho aspettato, semplicemente quando sono uscito dai box stava arrivando Smith e ho dovuto spostarmi. Infatti all’ultima uscita ero io quello dieto a Valentino, e quello è stato il mio giro più lento”.

Il ducatista non è contento di come sono andate le sue qualifiche.

Quando perdi un’occasione non puoi più recuperarla - dice - Questa è stata una giornata difficile e non sono stato veloce quanto mi sarei aspettato. Neanche la gomma morbida mi ha dato un grande vantaggio. Non posso essere contento di queste qualifiche, ho provato a recuperar in frenata ma non ce l’ho fatta”.

La speranza è che in gare la ruota giri a suo favore.

Non so proprio cosa aspettarmi, nelle FP4 sono stato veloce ma i valori in campo saranno tutti da scoprire”.

Una posizione dietro a Iannone (che costa però una fila da 6° a 7°) c’è Dovizioso. Anche lui non è soddisfatto della sua giornata e stupisce tutta la fatica che sta facendo su una pista in cui si è sempre espresso al meglio.

Tutto sommato, la posizione in qualifica non è malvagia ma potevo fare meglio, non ho sfruttato tutto il potenziale della GP15 - ammette - Però è tutto il fine settimana che lotto con la moto. Nell’ultimo turno di libere ho fato un piccolo passo in avanti, ma i migliori sono un po’ lontani”.

Il forlivese è stupito in negativo.

Non sono sono felice delle mie sensazioni in sella, in teoria su questa pista avremmo dovuto essere più vicini agli avversari - dichiara - E’ un ulteriore conferma del gap che ancora paghiamo”.

Poi dice la sua sulla lotta per il titolo.

Valentino è bravo, gioca molto su certe cose. Per Lorenzo sarà importante guadagnare punti e assisteremo a una bella lotta, però le Honda potrebbero essere fra loro se non scapperanno”, conclude.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti