Tu sei qui

MotoGP, Rossi: la tensione mi dà energia

"Per Lorenzo sarei preoccupato della mia velocità? a vedere oggi non direi. Mai visto prima Marquez tirare qualcuno"

Lorenzo ha detto che sono preoccupato di non essere abbastanza veloce? Oggi mi sembra che sia andata bene”. Rossi si è preso la rivincita in pista contro Jorge, scippandogli la prima fila sotto la bandiera a scacchi. Un primo punto che non decide la partita, ma mette la palla nel campo di Valentino. E’ stato un weekend ad alta tensione, l’elettricità permea l’aria a Sepang e ogni episodio può essere importante.

Jorge ha detto che hai usato una strategia per influenzare Marquez e Iannone…

Io di Andrea non ho mai parlato, non c’è nessuna strategia ho detto solo la verità”.

Nelle libere ti sei trovato per due volte dietro Marquez, è stato un caso?

Penso di sì, non ho trovato nulla di strano in quegli episodi. Invece non avevo mai visto Marc tirare qualcuno in qualifica, non lo ha mai fatto in tre anni, di solito è sempre attento a certe cose”.

Dovrai preoccuparti anche di lui domani o la questione è chiusa?

Non so se potrò scordarla (ride). Spero che tutti facciano la propria gara pensando solo al proprio risultato. Sono sicuro che Pedrosa darà tutto per vincere e spero faccia lo stesso Marc”.

Ti aspetti una gara nervosa?

Non lo so, meglio una gara nervosa e aggressiva rispetto al giochino di domenica scorsa.

Sarà una partita Italia contro Spagna?

Di solito è uno scontro interessante, è bello scriverlo. In verità è un po’ difficile perché siamo 3 contro 2 e poi a me interessa solo battere Lorenzo”.

Jorge dice che non sente la pressione…

Allora è molto fortunato! Io mi sento eccitato, fatico a prendere sonno la notte, penso alla pista, alle curve e a Valencia. Però quando mi sveglio mi sento carico, è come se vedessi ogni cosa più chiaramente. Quando apro gli occhi è come se i colori fossero più nitidi”.

E’ la sensazione che hai già provato prima di vincere gli altri Mondiali?

Qualcosa di simile, anche se non credo che per me sia possibile farlo domani, arriveremo a Valencia. Poi queste qualifica mi daranno maggiore tranquillità”.

Quando sarei teso alla partenza?

Molto, come al solito, forse un po’ di più. Più parti davanti meno rischi corri, ma so che Jorge è forte nelle prime curve, il più forte di tutti. Dovrò restargli davanti”.

Ti senti pronto a lottare?

Sono felice della prima fila, ancora di più perché ho battuto Lorenzo. Inoltre oggi sono riuscito a migliorare la moto e il mio passo è buono, ma anche quello di Lorenzo lo è”.

Poi c’è l’interrogativo del meteo…

In questi giorni non si capisce nulla, potrebbe piovere nella notte, domani o non farlo per niente. Spero nell’asciutto ma dovrò essere pronto per ogni condizione”.

Chi saranno gli avversari?

Le Honda sono molto veloci, non sarà semplice tenerle dietro. Rispetto alle Ducati perdo meno in rettilineo rispetto a Phillip Island e nel misto sono più competitivo”.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti