Tu sei qui

MotoGP, Sepang: Pedrosa Pole, Rossi davanti a Lorenzo

QP - Doppietta Honda con Marquez secondo; l'italiano chiude la prima fila

Nubi alte sul cielo di Malesia. Corollario di un duello per la Pole position che ha regalato spettacolo e tensione.

Giochi aperti a Sepang con i fantastici quattro tutti con il proprio obiettivo.

Tra Marquez Lorenzo e Rossi, i tre protagonisti mediatici degli ultimi giorni, la spunta alla fine Daniel Pedrosa, con un crono-monstre: 1'59.053 il tempo del pilota di Sabadel, una prestazione magnifica ottenuta subito come a voler mettere le cose in chiaro, ed in risposta a quella che era la Pole provvisoria di Marc Marquez in 1'59.682.

Erano passati poco meno di cinque minuti dall'inizio della seconda sessione di qualifiche, ma i giochi erano fatti. Troppo veloce Pedrosa con quel crono inavvicinabile. Prima pole dell'anno per per il fantino di Honda HRC, che rifila quindi 409 millesimi a Marquez (1'59.462 per il campione in carica).

Se da un lato si è assistito quindi alla lotta per la pole position, dall'altra i riflettori erano tutti puntati per le posizioni di Jorge Lorenzo e Valentino Rossi, sopratutto dopo il primo run in cui il maiorchino si trovava subito avanti all'italiano.

Son servite tre gomme, ma praticamente a sessione conclusa, ecco la zampata di Rossi che strappa un 1'59.726, appena undici millesimi meglio del suo rivale in campionato, che dovrà quindi partire dalla seconda fila domani.

E gli altri? Distanti, anche parecchio verrebbe da aggiungere. Cal Crutchlow e Andrea Iannone chiudono la seconda fila, ma con un tempo di 2'00.199 e 2'00.224. Settimo invece Andrea Dovizioso, distante 1.3 secondi dalla vetta, ma 199 millesimi dal compagno di squadra Iannone. Da sottolineare ancora una volta la buona prestazione di Maverick Vinales che porta la Suzuki in ottava piazza dopo aver affrontato lo scoglio delle Q1.

Per il giovane spagnolo un tempo di 2'00.478, a precedere Bradley Smith ed Hector Barbera, oggi fantastico con la Ducati Open del team Avintia, arrivato ad occupare la decima casella in griglia per domani. Barbera è riuscito a mettersi dietro anche i fratelli Espargaro, con Aleix undicesimo nonostante una caduta senza conseguenze. Curioso sottolineare come Barbera ed Espargaro abbiano ottenuto lo stesso riferiemnto cronometrico al millimetro: 2'00.724.

13esima posizione per Danilo Petrucci che precede l'Aprilia di Stefan Bradl.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti