Tu sei qui

MotoGP, Lorenzo: la strategia di Rossi non funziona

"La sua mossa protebbe ritorcersi contro. Non ha la velocità per vincere le ultime gare ed è preoccupato"

Si può dire che Lorenzo sia particolarmente tranquillo, considerando che la resa dei conti è vicina. “Io non sento nessuna pressione, in fondo non ho nulla da perdere”. Avere chiuso la prima giornata di prove a Sepang al comando non può che rendere la sua situazione migliore, anche se sa che Rossi non resterà a lungo all’ottavo posto. “Ha avuto qualche problema, a me basterebbe vincere domenica e che lui fosse 5°” scherza.

Eppure la battaglia è infuriata attorno a lui,

Non penso che certe cose influenzino le nostre prestazioni. Siamo tutti piloti di esperienza, quando siamo in pista dimentichiamo certe questioni”, dice.

Rossi però ha fatto la sua mossa ieri.

E’ chiaro che sia stata una strategia per influenzare Marquez e Iannone - continua - Però ha attaccato Marquez per una condotta di gara che lui stesso ha usato molte volte nella sua carriera. Io penso che Marquez abbia corso solo per sé, se avesse voluto aiutarmi non mi avrebbe sorpassato”.

Per Jorge, Valentino non ha giocato una buona carta.

Non so come reagisca Marc, ma con accuse così forti potrebbe ottenere l’effetto contrario di quanto previsto - afferma - Almeno, se succedesse a me sarebbe così. Da una parte sono stupito, perché di solito Rossi è molto intelligente nella scelta delle sue strategie”.

Per Lorenzo è stato un sintomo di debolezza.

Se avesse la velocità per vincere le ultime due gare non sarebbe così preoccupato - attacca - Non penso che certi attacchi possano influenzare un pilota, con me non ci sarebbe riuscito quando avevo 20 anni, figurarsi ora che ne ho 28. Credo che sia lo stesso per Marc, lui continuerà a spingere per vincere, come lo deciderà lui”.

Domenica ci sarà il primo match point in favore di Valentino.

Continuo a credere che lui abbia più possibilità di me di vincere il titolo, ma so di avere una buona velocità e spero di continuare così - conclude - Oggi ho lavorato bene, sono stato veloce sia con gomme nuove che usate ma è ancora difficile capire il passo degli avversari”.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti